Rubrica — Fiorentina

La Fiorentina ferma la Roma ma non riesce a vincere

Terzo pareggio consecutivo per la Fiorentina. In vantaggio con Veretout è raggiunta nel finale da un goal di Florenzi. Un pari giusto con qualche rimpianto per i viola che non hanno saputo chiudere la gara. Bene Veretout, Chiesa, Pezzella e Vittor Hugo. In tribuna Gabriel Batistuta e Paulo Sousa


La partita tra Fiorentina e Roma è stata piacevole per intensità e ritmo, deludente per quanto riguarda il gioco. I viola hanno espresso il consueto dinamismo ma hanno palesato difficoltà a costruire un gioco che prescinda da veloci ripartenze, i giallorossi che pur hanno fatto la partita sono apparsi in calo rispetto alla gara di Napoli.

La partita è subito vivace, ma la gara stenta a decollare. All’inizio ci prova Gerson ma il suo tiro, dopo un bello spunto personale, è fuori bersaglio. Le squadre si affrontano a viso aperto ma commettono entrambe vistosi errori nelle conclusioni. Al 15' Fazio, servito da Under, spreca di testa una grande occasione, al 16' sbaglia la Fiorentina con Simeone che svirgola con un tiraccio un ottimo pallone servito da Chiesa. Al 20' è Dzeko ad avere la palla buona in area su assist di Pellegrini e a mancare il bersaglio. Nel primo tempo è soprattutto la Roma a fare la partita, conquistando stabilmente il centrocampo e costringendo i viola a giocare di rimessa. Ma nel momento migliore della Roma è la Fiorentina a passare in vantaggio al 32'grazie a un calcio di rigore trasformato da Veretout e concesso generosamente dall'arbitro Banti, per un contatto in area tra il portiere romanista Olsen e Simeone. Pronta la reazione della Roma al 35' con un palo su tiro di Pellegrini e deviazione di Milenkovic e con una pericolosa mischia in area viola che non ha esito.

Nel secondo tempo la Roma prova subito a pareggiare: al 7' Lafont devia un tiro di Zaniolo. Pioli cerca rinforzare il centrocampo con Edimilson Fernandes che si rende pericoloso all'11',dopo uno spunto personale con un tiro di poco a lato. Al 13'splendida azione di Chiesa che dopo un triangolo con Benassi serve un gran pallone a Simeone che, a porta vuota, non riesce a intervenire.

La Fiorentina sembra avere in mano la partita. Chiesa è incontenibile. I viola attaccano con continuità ma sprecano al momento delle conclusioni. Il secondo goal non arriva e la Roma riprende il controllo del gioco e cerca con maggior determinazione il pareggio. I Viola arretrano e dopo l'uscita di Mirallas e Simeone,si affidano in attacco al solo Chiesa. La difesa viola contiene con determinazione gli attacchi giallorossi fino al 40', quando Lafont smanaccia un pallone che arriva a Florenzi che trova il goal del pareggio. Due minuti dopo Lafont si riscatta in parte, opponendosi con bravura a un gran tiro di Dzeko. Finisce con un pareggio. Un risultato giusto per quanto visto in campo. Un risultato che non serve molto alle due squadre e che lascia un bel rammarico a una Fiorentina che non sa chiudere le gare. Nelle ultime tre partite, tre pareggi giunti dopo il vantaggio iniziale dei viola. La Fiorentina deve ancora crescere se vuol coltivare ambizioni di qualificazione per la Uefa.

Stefano Pioli ha così analizzato la partita ai microfoni di Sky : “E’ stata una partita combattuta e noi potevamo sfruttare meglio le occasioni che abbiamo avuto. Ho poco da rimproverare ai miei perché abbiamo tenuto testa a una Roma molto forte. Oggi siamo stati pericolosi, abbiamo avuto le nostre occasioni ma ci è mancata la precisione per chiudere le partite. La squadra però è equilibrata e ha tenuto bene il campo. Non siamo neanche stati fortunati sul goal di Florenzi“.

Nel dopo gara è intervenuto anche Andrea della Valle che ha dichiarato : “E’ stata una partita molto fisica giocata sul piano agonistico con la massima intensità. Dispiace aver preso goal nella fase finale della partita. Abbiamo provato fino all’ultimo, il punto ci lascia un po’ di amaro in bocca ma abbiamo giocato contro una grande squadra. Un grazie di cuore ai nostri tifosi che ci hanno sostenuto fino alla fine“.

Fiorentina - Roma 1-1

FIORENTINA (4-3-3): Lafont, Milenkovic, Pezzella, Hugo, Biraghi, Benassi (27' st Dabo), Gerson, Veretout, Chiesa, Simeone (32' st Pjaca), Mirallas (7' st Edimilson Fernandes). Allenatore: Pioli

ROMA (4:2-3-1): Olsen; Florenzi, Juan Jesus, Fazio, Kolarov; Nzonzi. Zaniolo (22' st Cristante); Under (28' st Schick), Pellegrini, El Shaarawy (10' st Kluivert); Dzeko. Allenatore: Di Francesco

Arbitro: Banti di Livorno

Reti: 32' pt Veretout (rigore); 40' st Florenzi

Note: ammoniti Nzonzi, Fazio, Biraghi, Veretout, Pellegrini, Vitor Hugo

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: arte@nove.firenze.it