Incidente in radiologia all'Osma

A Ponte a Niccheri cede porta piombata. Andrea Quartini (M5S): “Fatto d’inaudita gravità. Porteremo la faccenda in Consiglio regionale”. Lunedì 12 al Palagi inaugurazione con l’assessore Saccardi dell’apparecchiatura per l’ozonoterapia. Riaperto oggi il reparto di Ostetricia e Neonatologia dell’ospedale S.S. Cosma e Damiano di Pescia. Da lunedì 19 novembre prenotazioni CUP anche presso le sedi delle Associazioni di Volontariato della Valdinievole. Le attività nel Consultorio della Casa della Salute di Larciano si potenziano con l’arrivo di un medico specialista in ostetricia e ginecologia


Il cedimento del perno di una porta piombata si è verificato questa mattina all’Ospedale Santa Maria Annunziata di Bagno a Ripoli.

Il Movimento 5 stelle Toscana esprime profonda preoccupazione per il fatto avvenuto a Firenze: “Si tratta – attacca il consigliere regionale M5S Andrea Quartini – di un fatto d’inaudita gravità. Medico e paziente sono usciti indenni da questo incidente per puro caso. La sicurezza di pazienti e lavoratori dev’essere garantita nel modo più assoluto”. La vicenda, su cui si è già mosso il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, finirà presto sui banchi del Consiglio regionale: “Vogliamo vederci chiaro. Per questo motivo – conclude Quartini – presenteremo un’interrogazione urgente all’assessorato guidato dalla Saccardi”.

Lunedì 12 alle ore 12.00 presso ospedale Piero Palagi, viale Michelangiolo 41, Firenze, inaugurazione del macchinario per l’ozonoterapia donato all’Azienda sanitaria Usl Toscana centro dalla Fratellanza Fiorentina Onlus. La donazione entra nelle dotazioni del Centro Multidisciplinare di Terapia del Dolore con sede all’interno dell’ospedale, prima struttura dell’Azienda a impiegare la tecnica terapeutica dell’ozonoterapia contro il dolore.

Ha riaperto oggi il setting Ostetricia e Neonatologia dell’ospedale S.S. Cosma e Damiano di Pescia, dopo la chiusura nei giorni scorsi per i lavori di manutenzione straordinaria nell'area che è stata sottoposta a interventi di miglioramento. Nei giorni della chiusura la continuità del percorso al parto per le donne in gravidanza è stata garantita con l’ospedale San Jacopo di Pistoia grazie al raccordo informatico tra i due ospedali che possono condividere le cartelle cliniche delle gestanti.

Da lunedì 19 novembre sarà possibile prenotare visite ed esami diagnostici nei punti CUP presso le sedi delle Associazioni di Volontariato della zona Valdinievole. E’ una importante collaborazione tra l’Azienda Usl Toscana centro ed il Volontariato che offre una ulteriore opportunità ai cittadini.

L’apertura dei punti CUP presso le Associazioni di Volontariato, spiega Claudio Bartolini, direttore SDS/Zona Valdinievole, rafforza la collaborazione già in atto tra AUSl Tc, SDS e Associazioni di Volontariato. Si tratta di ulteriore vantaggio per i cittadini per l’accesso più facile e semplificato ai servizi dell’Azienda Sanitaria”.

Ringrazio le Associazioni di Volontariato per il prezioso contributo, sottolinea Riccardo Franchi presidente Società della Salute Valdinievole, grazie al quale riusciamo sempre di più a potenziare i servizi territoriali. Proprio per questo è importante avere più punti di riferimento in ben cinque comuni della Valdinievole per i cittadini e per alleggerire e snellire il servizio offerto dal CUP di Pescia. Le prestazioni e le modalità di accesso sono le stesse”.

E’ già iniziata presso la sede consultoriale di Larciano l’attività del medico specialista in ostetricia e ginecologia che oltre alle visite garantisce prestazioni per il percorso della gravidanza e per la contraccezione. Le prenotazioni per le visite consultoriali possono essere effettuate presso il Centro donna di Montecatini Terme contattando il numero 0572 - 460001 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 12.30. Le visite ginecologiche sono prenotabili con il servizio CUP. L’attività dello specialista è un ulteriore potenziamento del consultorio di Larciano. La presenza nella Casa della Salute dei medici di medicina generale, dello specialista in ostetricia e ginecologia e dell' ostetrica rappresentano una garanzia di continuità assistenziale per le donne che si rivolgono a questo servizio. Le attività dell'ostetrica comprendono la programmazione dei pap test in screening, l'esecuzione di tamponi vaginali in collaborazione con il punto prelievi, la consegna dei libretti di gravidanza, la presa in carico delle gravidanze a basso rischio, le consulenze sull'allattamento dei neonati. Per informazioni sull’attività dell’ostetrica è possibile rivolgersi direttamente alla casa della salute di Larciano o al centro donna di Montecatini.

Redazione Nove da Firenze