Inceneritore, Rossi striglia Nardella

"Da presidente dell'Ato non è stato capace di realizzarlo nel tempo dovuto. Quella che prospettiamo con Eni è una soluzione avanzata che prevede che il rifiuto diventi materia seconda e che ci si ricavi qualcos'altro"


(DIRE) Firenze, 14 ott. - "Se proprio lo vuole fare, lo faccia.Ho presentato un piano in Consiglio regionale. Non sono contrario agli inceneritori, ma purtroppo Nardella da presidente dell'Ato non è stato capace di realizzarlo nel tempo dovuto. Questa è la verità". Lo afferma il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, rispondendo a margine di una conferenza stampa a una domanda sull'idea del termovalorizzatore a Sesto Fiorentino, a Case Passerini, rilanciata venerdì scorso dal sindaco di Firenze, Dario Nardella

Il primo cittadino, che è anche sindaco della metrocittà, replicando alla disponibilità del Comune di Campi Bisenzio ad ospitare il nuovo stadio della Fiorentina ha prospettato di rimettere nel caso tutto in discussione, incluso il progetto dell'inceneritore a Sesto finito in un cassetto a seguito delle pronunce della giustizia amministrativa. "Dovrebbe sapere anche Nardella - aggiunge Rossi - che rilanciare l'idea dell'inceneritore significa trovare le risorse. Altrimenti tutto ricadrà sulle tasche dei cittadini per diversi, svariati costi che sono non solo ambientali, ma anche economici".

Se l'impianto fosse stato realizzato "nel tempo dovuto - insiste sul punto il governatore - non sarei stato un anno e mezzo ad occuparmi di trovare altre soluzioni, che oltretutto sono più avanzate. Perché - conclude- quella che prospettiamo con Eni è una soluzione che prevede che il rifiuto diventi materia seconda e che ci si ricavi qualcos'altro".
(Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze