Incendio in Versilia: attese analisi Arpat a Pietrasanta

La colonna di fumo che si è elevata per decine di metri sull’area circostante


 L’incendio del magazzino edile di via Pontenuovo che per tutto il pomeriggio ha tenuto con il fiato sospeso Pietrasanta ed un pezzo della Versilia a causa della colonna di fumo che si è elevata per decine di metri sull’area circostante, è stato circoscritto ed isolato dai Vigili del Fuoco. Sulle cause dell’incendio stanno indagando gli inquirenti.

Anche ventiquattro volontari e tecnici della Regione e dell'Arpat a Pietrasanta.

Nel grosso incendio, dalle 16 già domato dai vigili del fuoco, non ci sono stati né feriti né intossicati. Per un paio di chilometri è stata temporaneamente chiusa anche la strada Aurelia, in ambedue le direzioni.

"Stiamo monitorando la situazione e siamo a disposizione per tutto quello che si renderà necessario a supporto del Comune del Comune e per le attività di Protezione Civile" sottolinea l'assessore all'ambiente, Federica Fratoni

La nube nera che dall'una del pomeriggio si è alzata dal Pollino, località del comune in provincia di Lucca, era ben visibile anche dalle spiagge del litorale di Viareggio.

Sul posto, poco dopo appresa la gravità dell’incendio, è arrivato il sindaco, Alberto Giovannetti insieme agli assessori Elisa Bartoli e Andrea Cosci ed il consigliere, Matteo Marcucci, il Capo di Gabinetto, Adamo Bernardi, il Coordinatore della Protezione Civile, Giuliano Guicciardi e il Responsabile del Comando della Polizia Municipale, Giovanni Fiori. Emessa dal Comune di Pietrasanta, a scopo precauzionale, una ordinanza che ricalca le indicazioni diramate con tempismo nella prima fase acuta dell’incendio: evitare di stare all’aperto, tenere chiuse porte e finestre, disattivare gli impianti di ricambio dell’aria e soprattutto non raccogliere e consumare ortaggi e frutta dell’orto se non dopo un accurato lavaggio con acqua corrente. 

“La situazione è sotto controllo anche se resta il disagio e la preoccupazione di un pomeriggio anche di tensione. – spiega Alberto Giovannetti, Sindaco di Pietrasanta – Tutto tornerà alla normalità tra poche ore. Nell’ordinanza, che ricalca le raccomandazioni dell’Asl, abbiamo fissato solo semplici indicazioni che sono di prassi per situazioni come queste e che decadranno un paio di ore dopo che l’incendio sarà spento. Attendiamo ora le analisi di Arpat ed Asl”. 

Giovannetti prosegue: “ringrazio i volontari della Protezione Civile, le forze dell’ordine, i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale per il grande lavoro di coordinamento e la tempestività dell’intervento”.

Imponente la macchina azionata dal Comune di Pietrasanta attraverso il Centro Operativo Comunale che ha dispiegato sul territorio una ventina di volontari dei Muttley Group, Croce Verde, Misericordia, CB Focacci, Salvamento Versilia, Comitato Alluvionati. Prontamente attivato anche dell’Alert System: i residenti sono stati raggiunti dalle informazioni e raccomandazioni via telefono. Il Comune ha inoltre diramato la comunicazione attraverso i mezzi della Protezione Civile passati tra le abitazioni, media e social. A fianco di Vigili del Fuoco e Carabinieri, il Comune di Pietrasanta ha schierato 21 agenti della Polizia Municipale a presidiare e circoscrivere il perimetro attorno all’area dell’incendio per garantire la viabilità alternativa.

Redazione Nove da Firenze