Incendio a bordo e sbarco feriti: esercitazione a Livorno

Si è svolta questa mattina un’esercitazione antincendio e di soccorso ad una nave passeggeri in navigazione a circa 1 miglio nautico a sud del porto di Livorno


 L’attività, coordinata dalla Sala Operativa della Guardia Costiera, è stata svolta in sinergia con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Livorno.

Scenario dell’esercitazione è stato il traghetto di linea LIBURNA, della società TOREMAR, alle ore 09:00 in viaggio verso l’isola di Capraia, a bordo della quale è stato simulato lo sviluppo di un incendio grave nella sala macchine, ed il contestuale infortunio di un marittimo.

La squadra antincendio composta dal personale di bordo interveniva prontamente, mentre il comandante della nave informava della situazione in atto la sala operativa della Capitaneria di porto di Livorno, che, valutava la gravità dell’emergenza non fronteggiabile con le sole risorse in dotazione alla nave.

La Guardia costiera disponeva, pertanto, l’invio sul posto di proprie motovedette S.A.R., richiedendo l’impiego dei Vigili del Fuoco che intervenivano con unità navale antincendio e i sommozzatori su apposito battello assumendo la direzione tecnica delle operazioni antincendio. Il membro dell’equipaggio, opportunamente immobilizzato su apposita barella da parte dei Vigili del Fuoco, veniva trasferito in sicurezza su una motovedetta SAR e da questa poi sbarcato in porto presso il Molo Elba, dove veniva affidato ad un’ambulanza del Servizio 118, instradata in banchina dal Nucleo Nostromi della Guardia costiera.

Le restanti unità navali restavano nei pressi della nave; i Vigili del Fuoco accedevano mediante la squadra antincendio all’interno del traghetto riuscendo a domare l’incendio.

Le operazioni sono state riprese mediante l’impiego di un drone in dotazione al Comando Provinciale VVF di Livorno e da personale della Guardia Costiera da bordo della nave, riprese che costituiranno un valido supporto per l’analisi ed il miglioramento delle strategie di interventi di soccorso effettuati in forma congiunta.

Lo svolgimento dell’esercitazione, terminata alle 10:20, rientra tra le finalità addestrative sia delle unità e del personale Guardia Costiera sia delle unità e dei reparti specializzati dei Vigili del Fuoco allo scopo di testarne periodicamente ed incrementarne l’efficienza operativa. 

Redazione Nove da Firenze