Il vescovo Franciolini sempre nel cuore di Cortona

A 30 anni dalla scomparsa il ricordo della città venerdì 20 dicembre nella sala del consiglio comunale


Cortona ricorda la figura di monsignor Giuseppe Franciolini, già vescovo della diocesi cortonese, a trent’anni dalla sua scomparsa, con una cerimonia cittadina a lui dedicata. L’incontro, promosso dal periodico quindicinale L’etruria, e patrocinato dal comune, è in programma venerdì 20 dicembre, alle ore 17, nella sala del consiglio comunale.

Dopo i saluti del sindaco, Luciano Meoni, e dell’assessore alla cultura, Francesco Attesti, il programma prevede e gli interventi di relatori impegnati a vario titolo nella vita civile non solo di Cortona (Mario Aimi, Isabella Bietolini, Ivo Camerini, Ferruccio Fabilli, Enzo Lucente e Roberto Saccarello), i quali ricorderanno la figura di monsignor Franciolini ciascuno in base alla propria memoria personale.

Seguirà la proiezione di videoclip, di immagini e filmati, curata da Andrea Rossi Franciolini e quindi la lettura di poesie tratte dalla «Ghirlandetta cortonese», presentate da Ivo Camerini, Rolando Bietolini e Carlo Roccanti.

La conclusione è prevista per le ore 18.

Monsignor Giuseppe Franciolini nacque a Sassoferrato, in provincia di Ancona, il 10 dicembre 1891. Fu ordinato sacerdote il 3 marzo 1917 e ricevette la nomina a vescovo di Cortona il 2 marzo 1932, dove svolse la sua missione pastorale per trentacinque anni, fino al 1978. Rimase a Cortona, come vescovo emerito, fino al 16 aprile 1989, giorno della sua morte, all’età di 97 anni.

Redazione Nove da Firenze