Rubrica — LifeStyle

Il tradizionale Mercatino di Natale di Bolzano, tra emozioni e cultura

lI 28 novembre alle 17:00 le celebri casette e il grande albero di piazza Walther si illumineranno per la 29^ volta dando il via alla festa che avvolge, riscalda e trasmette il valore dell’autenticità


FIRENZE- Nel pomeriggio del 28 novembre si accenderanno le luci del Mercatino di Natale in piazza Walther, che rimarranno accese sino alla sera del 6 gennaio 2020. Al centro l’abete alto 20 metri, giunto appositamente dalla valle Aurina, decorato con 1.300 lucine e oggetti creati da piccoli pazienti dei reparti di oncologia infantile di molti ospedali, grazie alla sponsorizzazione della fabbrica delle ceramiche Thun. 80 gli espositori nella piazza centrale, a due passi dalla stazione ferroviaria di Bolzano. Di fianco una grande pista di pattinaggio e una ruota panoramica, che dalla sommità, a 55 metri di altezza, offrirà la vista sulle cime innevate delle Dolomiti.

Queste e altre novità dell’edizione 2019/20 del Mercatino di Natale sono state presentate ieri sera a Firenze dalla Direttrice Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano, Roberta Agosti, in occasione di una cena di sapori altoatesini all’hotel The Westin Excelsior, alla presenza del presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani.

Dunque 40 giorni per visitare il Mercatino di Natale di Bolzano, grazie al lavoro di 120 persone che si occupano dell’allestimento e della manutenzione. Una scelta di espositori, artigiani e commercianti di qualità, selezionati da una apposita commissione, e 25.000 tazzine a disposizione dei visitatori. Intorno a piazza Walther una cintura di attrazioni collaterali: la Corte delle Stelle, con gastronomia natalizia e idee regalo, nel cortile interno di Palazzo Mercantile; musica e concerti alla Corte delle Campane nel cortile del cinema Capitol; il Bosco incantato (Zauberwald) nel cortile di Palazzo Campofranco; e per gli amanti del buon vino la Wine Lounge con una selezione di vini tipici di Bolzano.

Nel fine settimana sul palco del Mercatino si alterneranno gruppi musicali, oltre ai classici ottoni che si esibiscono dai balconi affacciati sulla piazza Walther. Il venerdì sera musei aperti gratis sino alle una di notte, a partire dal Museo Mercantile, istituito nell'omonimo palazzo nel 1635 dall'arciduchessa d'Austria Claudia de' Medici, sposa di Ludovico V d'Asburgo, e dunque reggente del Tirolo, dopo la sua morte.

E poi la sfilata di San Nicolò e dei Krampus e un concorso a premi per chi riesce a contare tutte le tazzine in mostra. Sulle facciate dei palazzi saranno proiettati fasci di luce colorata e video. Sulla pista allestita in piazza un galà di pattinaggio, il saluto dei giocatori dell’Hockey Club Bozen e un’esibizione del circo. Infine "Un Natale di Libri": una passerella di scrittori di fama in lingua italiana e tedesca. Per i più piccoli la mostra di giocattoli antichi, il teatro dei burattini, giochi nei musei e un laboratorio artigianale natalizio.

L’invito è a raggiungere Bolzano in treno, sfruttando la prossimità della stazione ferroviaria e le offerte a pacchetto convenzionate da Trenitalia, una scelta eco-friendy per una manifestazione che si annuncia plastic-free, a partire dalle bottiglie di acqua minerale personalizzate per l’occasione, grazie al main sponsor dell'evento, Exquisa.

LifeStyle — rubrica a cura di Nicola Novelli

Nicola Novelli

Nicola Novelli — Fondatore e Direttore responsabile di Nove da Firenze, dal 1997 il primo giornale on line fiorentino. Laureato in Scienze Politiche è giornalista pubblicista dal 1989. Dal1999 presiede Comunicazione Democratica, associazione di promozione sociale che edita www.nove.firenze.it. Per 5 anni consigliere regionale dell'Ordine dei Giornalisti della Toscana, attualmente è tesoriere della Fondazione OdG Toscana

E-mail: direttore@nove.firenze.it