Il Premio giornalistico Ennio Macconi è dedicato all’immigrazione

Nardella: “Intitoleremo a Macconi la sala stampa di Palazzo Vecchio”


E' riservato ai giornalisti precari e disoccupati iscritti all'Ordine della Toscana l'edizione 2015 del Premio Ennio Macconi, organizzata da Ordine dei Giornalisti della Toscana col patrocinio de La Nazione e col sostegno di Chianti Banca, Rotary Club Firenze e Rotary Club Firenze Ovest.

Il premio, giunto alla terza edizione, è stato presentato questa mattina in Palazzo Vecchio dal sindaco di Firenze, Dario Nardella, dal vicepresidente dell’Odg Toscana, Michele Taddei, da Paolo Blasi del Rotary Club Firenze, da Stefano Caramelli del Rotary Firenze Ovest e da Claudio Tongiani, di ChiantiBanca.

Ennio Macconi, storico giornalista de La Nazione, è scomparso prematuramente nel 2008 all'età di 57 anni. Cronista per 30 anni aveva iniziato a lavorare per Radio Libera e nell'82 era stato assunto a La Nazione. Ha raccontato piccoli e grandi fatti come il processo a Mamma Ebe, i delitti del Mostro, le inchieste sul terrorismo, la tragedia del Moby Prince. Fu anche inviato di guerra a Gibuti e a Tunisi. Amava l'Eritrea, dove tornava ogni anno e dove aveva adottato dei bambini. Ha seguito per anni le vicende politiche e amministrative di Palazzo Vecchio.

“Conoscevo Macconi era un giornalista serio e professionale – ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che ha annunciato che dedicherà la sala stampa di Palazzo Vecchio proprio a Ennio Macconi – L'edizione di quest'anno è importante per due motivi: il primo è il tema, cioè l'immigrazione, argomento chiave per il futuro dell'Europa; il secondo è il fatto che sia rivolto ai giovani giornalisti”

“Questo premio è rivolto ai giovani giornalisti ma soprattutto ai precari – ha aggiunto Michele Taddei, vicepresidente di Odg Toscana – Vogliamo che i giornalisti abbiano la possibilità di scrivere su un tema così importante, come l’immigrazione, per la nostra società”

Ogni partecipante al Premio Ennio Macconi potrà presentare non più di un articolo: il pezzo non potrà superare le novanta righe e dovrà essere di nuova stesura, mai pubblicato prima, pena l'esclusione.

I premi in palio saranno tre:

I premio 3.000 euro.

II premio 1.500 euro.

III premio 1.000 euro.

La giuria si riserva il diritto di attribuire anche tre menzioni speciali ad altrettanti giornalisti ai quali verrà consegnata una borsa di studio di €500 ciascuno.

La scelta dei vincitori verrà effettuata da una commissione composta da membri nominati dall'Ordine dei Giornalisti, da ChiantiBanca, Rotary Firenze e Rotary Firenze Ovest.

“Sosteniamo il Premio Macconi soprattutto perché si rivolge ai giovani giornalisti e può aiutarli a crescere nella loro professionalità” ha commentato Paolo Blasi, del Rotary Firenze.

“Ho conosciuto Ennio Macconi quando lavorava per La Nazione – ha aggiunto Stefano Caramelli, Rotary Firenze Ovest – Siamo contenti che questo premio, rivolto ad una categoria che sta affrontando un momento difficile, sia intitolato ad una figura come la sua”

“Siamo sostenitori da diversi anni del Premio Macconi, un uomo che ha ben rappresentato il buon giornalismo fiorentino – ha concluso Claudio Tongiani, cda di ChiantiBanca – Per una Banca come la nostra che lavora sul territorio iniziative come questa sono benvenute”

Il termine per la presentazione degli articoli per il Premio Ennio Macconi è fissato entro e non oltre le ore 12 del 18 dicembre 2015, Giornata mondiale del migrante. Gli articoli dovranno essere inviati all’indirizzo di posta elettronica: premioenniomacconi2015@gmail.com.

La premiazione dei vincitori avverrà l'11 gennaio alle 16.30 nell'auditorium della Nazione, in viale Giovine Italia 17, a Firenze.

Redazione Nove da Firenze