Rubrica — Spettacolo

“Il Peccato”, Il furore di Michelangelo

Il nuovo film di Andrei Konchalovsky, nelle sale da oggi. Il regista russo riceverà in Palazzo Vecchio, dalla vicesindaca del Comune di Firenze, Cristina Giachi, le Chiavi della Città. Stasera sarà ospite al cinema Principe per salutare il pubblico in sala.


Il Peccato – Il furore di Michelangelo è il nuovo film del regista russo Andrei Konchalovsky che racconta Michelangelo Buonarroti come non si era mai visto. E' una grande co-produzione russo-italiana (Andrei Konchalovsky Studios, Jean Vigo Italia e Rai Cinema) che va d indagare la vita di un artista inarrivabile ma soprattutto l'uomo, in perenne ricerca, in lotta con i potenti del tempo, con la propria famiglia e con se stesso.

Regista di fama internazionale e due volte Leone d'Argento a Venezia, Konchalovsky mostra l'umanità più profonda dell'artista, attraverso i suoi dissidi, le sue debolezze e i suoi demoni interiori, rivelando un Michelangelo inedito, autentico, sorprendente, lontano dall'immagine iconica e patinata, con la quale è stato spesso ritratto, dal cinema e dalla tv.

Il film è stato girato nel 2017, in buona parte in Toscana, alle cave di marmo di Carrara e in altre location, tra cui Firenze, Bagno a Ripoli, Arezzo, Monte San Savino, Montepulciano, il castello Malaspina di Massa, il castello di Poppi e il castello di Fosdinovo. Le riprese sono andate avanti per quattordici settimane. A sostenere la produzione, Toscana Film Commission, nell'ambito del programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema.

Redazione Nove da Firenze