Il Comune compra “casa” per gli uffici della Mobilità e dell’Ambiente

Leonardo Bieber (Presidente Commissione Urbanistica): “Firenze diventa una delle amministrazioni pubbliche con fitti passivi pari a zero”


Cambieranno “casa” gli uffici della Mobilità e quelli dell’Ambiente. E le nuove sedi, non prese in affitto ma acquistate dal Comune, saranno accanto all’ex Stazione Leopolda.
La giunta comunale nell’ultima seduta del 2016 ha approvato, su proposta dell’assessore al patrimonio immobiliare non abitativo Federico Gianassi, una delibera che adesso andrà in consiglio comunale per la definitiva autorizzazione a procedere all’acquisto degli immobili dove traslocheranno questi uffici. I primi adesso sono in via Mannelli (in un palazzo preso in affitto), i secondi alla Villa di Rusciano, complesso nella lista dei beni alienabili e comunque non idoneo alla funzione direzionale oltre che bisognoso di rilevanti interventi di manutenzione. Si tratta di due distinti immobili situati in viale Fratelli Rosselli 5 e 7, contigui all’ex Stazione Leopolda, di proprietà di Fs Sistemi Urbani.
"Con questa operazione diventiamo l'Amministrazione comunale a zero affitti passivi - sottolinea l'assessore al patrimonio immobiliare Federico Gianassi -. Un grande successo che chiude anni di lavori in questa direzione". Un obiettivo previsto dalla normativa nazionale e una sfida che l'amministrazione fiorentina vince definitivamente.
La proposta di Fs Sistemi Urbani è risultata infatti la miglior offerta a conclusione di un procedimento ad evidenza pubblica promosso dall’Amministrazione comunale per l’eventuale acquisto di immobili da destinare ad uffici comunali. Sono state sette le offerte presentate, di cui quattro ammesse alla gara. La commissione tecnica, incaricata della valutazione tecnico-estimativa delle offerte, ha esaminato le proposte arrivate individuando in quella di Fs Sistemi Urbani la migliore, pur chiedendo un correttivo su due aspetti: un dilazionamento dei pagamenti e una consegna in tempi più brevi dei beni. FS Sistemi Urbani ha presentato una proposta migliorativa che accoglie la richiesta di rateizzazione dei pagamenti e con la quale offre, quale anticipo sulla consegna dei beni definitivi, un immobile volano in locazione per gli uffici della Direzione Ambiente in via Alamanni all’angolo con viale Rosselli. La proposta migliorativa è stata valutata positivamente dalla commissione ad inizio dicembre e da questo è iniziata la procedura che ha portato all’approvazione della delibera in giunta, delibera che adesso passerà all’esame del consiglio comunale.
In concreto l’operazione prevede l’acquisto delle due sedi proposte per un esborso complessivo per il Comune, in cinque anni, pari a 7.800.000 euro oltre Iva, spese accessori e oneri fiscali. In dettaglio per l’immobile di viale Fratelli Rosselli 5 di 3.875 metri quadrati il prezzo è 4.700.000 euro sempre oltre Iva, per quello di viale Rosselli 7 la cui superficie è di 3.075 metri quadrati la somma è di 3.100.000 euro sempre oltre Iva.
I due immobili fino al 2018 sono ancora occupati da RFi (il numero civico 5) e Polfer (il numero civico 7): gli affitti dovuti a Fs Sistemi Urbani saranno quindi incassati dall’Amministrazione comunale. Nel frattempo il Comune pagherà a sua volta un affitto a Fs Sistemi Urbani per l’immobile volano dove si trasferiranno per tre anni, dal 2018 al 2020, gli uffici dell'Ambiente. Il saldo per le casse del Comune è positivo. L’acquisto è subordinato all’acquisizione di parere di congruità sia sui prezzi di vendita dei due beni da comprare, sia sul fitto passivo dell’immobile utilizzato come volano. Il parere verrà richiesto all’Agenzia del Demanio, a valle della deliberazione del consiglio comunale e prima della stipulazione degli atti definitivi.

“Firenze diventa una delle amministrazioni pubbliche con fitti passivi pari a zero”. Esprime soddisfazione il presidente della Commissione urbanistica Leonardo Bieber per la delibera approvata nell’ultima seduta di giunta del 2016 dove c’è stata l’autorizzazione all’acquisto di due immobili, in via Fratelli Rosselli contigui all’ex stazione Leopolda, dove traslocheranno gli uffici della mobilità e dell’ambiente adesso in via Mannelli e presso la Villa di Rusciano. “Apprezzo la delibera – aggiunge il presidente Leonardo Bieber – perché conclude un iter che era iniziato nel 2009 sotto il Sindaco Matteo Renzi con l’obiettivo di azzerare gli immobili in affitto, al fine di non pesare più su le casse comunali (come peraltro prevede anche una recente normativa nazionale). La delibera, inoltre, da seguito al dibattito ed alle indicazioni emerse in Commissione urbanistica e patrimonio, dove dovrà tornare per l’approvazione, prima del voto finale in Consiglio comunale”.

Redazione Nove da Firenze