Il 30 novembre apre Grand Universe Lucca, Autograph Collection

L’hotel, storicamente frequentato da artisti leggendari, sinfonia di eleganza in un palazzo del XVI° secolo, offre viste mozzafiato della Cattedrale di San Martino, tutte le chiese, i monumenti e le torri della città


Lucca, 26 novembre 2020 – Il Grand Universe Lucca, la cui apertura è prevista per il prossimo 30 novembre nel cuore di Lucca, entrerà nel portfolio di Autograph Collection Hotels by Marriott International, un brand nel quale ogni hotel viene accuratamente selezionato per le sue caratteristiche peculiari, il suo design curato e la sua autenticità. Sarà un luogo interamente votato alla musica, per far sentire gli ospiti come fossero all’interno di un concerto eseguito alla perfezione. Grand Universe Lucca è una proprietà del Gruppo Marcucci Italia e di Shaner Italia, e sarà gestito da Shaner Ciocco Properties.

La struttura, proprietà della prestigiosa famiglia Paoli durante il Rinascimento, è stata trasformata in un hotel nel 1857 e da allora ha ospitato poeti, pittori e musicisti provenienti da ogni parte del mondo, sviluppando un rapporto privilegiato con il mondo dell’arte che ancora oggi è ben visibile al suo interno.

L’hotel è situato di fronte all’iconico Teatro del Giglio, che ospita ininterrottamente opera, balletti e spettacoli dal XVIII° secolo, ed è a pochi passi da Piazza Napoleone, dove ogni anno si svolge il celebre Lucca Summer Festival. Si può dunque affermare che la posizione abbia giocato un ruolo determinante nella nascita di un rapporto così speciale tra l’hotel e la musica.

Il celebre compositore Giacomo Puccini, nativo di Lucca, è stato uno degli ospiti più illustri e ricorrenti dell’hotel. Dopo di lui si sono susseguiti altri musicisti, di epoche e generi diversi: basti pensare che tra loro ritroviamo anche la leggendaria icona del jazz Chet Baker.

Una delle suites prende il nome proprio dal popolare “Maestro” toscano, mentre le altre richiamano i principali movimenti della musica classica: Piccolo, Adagio, Vivace, Allegro e altre ancora. Il design invece, che gioca con gli arredamenti e le finiture come in una sinfonia eseguita alla perfezione, è un tributo alla Toscana, ai suoi colori e alla sua vivacità, con seta, legno e oro che celebrano l’artigianato e la natura locali.

Gli ospiti potranno fare loro quest’atmosfera musicale non solo lasciandosi ispirare dall’ambiente circostante, ma anche vivendola in prima persona nella Symphony Lounge, uno spazio elegante che celebra la tradizione dell’hotel in un’atmosfera accogliente e con un pianoforte a coda. Qui gli ospiti potranno prendere parte ai “Preludi dell’esistenza”, l’esperienza che vede il pianista dell’hotel comporre un Preludio personalizzato, unico per ogni ospite in base al suo gusto e alla sua personalità, per trasformare un soggiorno memorabile in un vero e proprio brano musicale.

Una volta entrati nel Grand Universe, gli ospiti non troveranno solo la musica come guida alla scoperta della città e delle sue tradizioni. L’hotel offre infatti una varietà di esperienze esclusive, da lezioni private sul mondo dei cocktail con il mixologist dell’hotel, alle degustazioni nella cantina Eterno, disponibile per eventi privati, e per appuntamenti enologici da vivere accanto alle antiche mura romane dell’edificio. Il ristorante Legacy porterà gli ospiti attraverso le prelibatezze culinarie della Toscana e dell’Italia, rinomate in tutto il mondo, accompagnandole con vini pregiati e cocktail. Sopra a tutto questo c’è il rooftop bar Sommità, che offre una vista sull’intera città e dove è possibile godersi aperitivi e cocktail che portano il nome delle grandi personalità locali, a partire naturalmente dal Puccini: un mix di prosecco e di succo di mandarino.

Redazione Nove da Firenze