Rubrica — Spettacolo

Il 12 febbraio alla Fondazione Franco Zeffirelli ingresso gratuito al museo, visite guidate e concerto

Lorenzo Albanese

Gli appuntamenti al Palazzo San Firenze per il 96° compleanno del Maestro


Martedì 12 febbraio Franco Zeffirelli compie 96 anni d’età. Per celebrare il compleanno del Maestro, la Fondazione che porta il suo nome – e che ha sede a Palazzo San Firenze, nell’omonima piazza fiorentina - propone una serie di appuntamenti nell’arco dell’intera giornata.

Museo a ingresso gratuito. Per tutta la giornata,dalle 10 alle 18, l’ingresso al Museo Zeffirelli - che in 22 sale propone testimonianze della settantennale carriera del Maestro - sarà gratuito per tutti i residenti di Firenze e dell’area metropolitana fiorentina, che vorranno scoprire la ricchissima collezione, da poco rinnovata con la presenza di otto nuovi costumi di scena.

Due turni di visite guidate. La Fondazione Franco Zeffirelli organizza per i visitatori del museo due turni di visite guidate che si terranno alle ore 11 e alle ore 16,30 al costo ridotto di 10 euro. Le visite guidate saranno a cura di Maria Alberti, responsabile didattica della Fondazione Franco Zeffirelli e storica del teatro, e di Alessandro Massini, in servizio presso l’Archivio personale del Maestro.A causa del numero limitato di posti è gradita la prenotazione, che sarà possibile effettuare telefonicamente allo 055.2658435 o inviando una mail all’indirizzo ticket@fondazionefrancozeffirelli.com. La visita sarà effettuata per un massimo di 20 partecipanti.

Concerto del giovane fisarmonicista Lorenzo Albanese. La giornata di appuntamenti in onore del Maestro si concluderà alle 20,30 nella Sala della Musica con il concerto di fisarmonica del giovanissimo talento Lorenzo Albanese, vincitore di “Amadeus Factory” 2017, primo e unico talent show in Italia dedicato alla musica classica e al jazz. Classe 1997, solista già applaudito in sale come quelle della Società del Quartetto di Milano e della Royal Academy of Music di Londra, Albanese propone un programma con brani di travolgente virtuosismo: trascrizioni di Pachelbel, Albeniz (Asturias, uno dei suoi pezzi più noti) e Rossini (il celebre “Largo al factotum” dal Barbiere di Siviglia), e originali dei contemporanei Angelis, Voytenko, Pusharenko, Semionow, espressamente scritti per fisarmonica. Quest’ultimo appuntamento conferma la vocazione della Fondazione Zeffirelli a promuovere i giovani artisti per farli affermare nel mondo delle arti dello spettacolo, e segna l’inizio della nuova serie dei “Concerti di San Firenze” organizzati da Francesco Ermini Polacci, direttore artistico della attività culturali. L’accesso al concerto è con biglietto a 10 euro, acquistabile tramite il circuito Ticketone o direttamente alla biglietteria della Fondazione. Anche per il concerto di martedì 12 febbraio è gradita la prenotazione, che sarà possibile effettuare telefonicamente allo 055.2658435 o inviando una mail a ticket@fondazionefrancozeffirelli.com.

Redazione Nove da Firenze