Half Marathon Vivicittà: il 12 aprile gara dedicata ai 150 anni di Firenze capitale

Boom di iscrizioni per la 32esima edizione. La seconda tappa dell'Avon Running Tour, la corsa delle donne, il 19 aprile. Vivicittà: la corsa podistica livornese domenica prossima


Domenica 12 aprile torna la Half Marathon Firenze Vivicittà, una classica della corsa su strada che quest’anno sarà dedicata ai 150 anni di Firenze capitale. E i numeri si preannunciano da record. La manifestazione, che taglia il traguardo della 32esima edizione, è stata presentata oggi in Palazzo Vecchio alla presenza dell’assessore allo Sport Andrea Vannucci, della presidente della Commissione cultura e sport Maria Federica Giuliani, del presidente Uisp Firenze e presidente Comitato organizzatore Half Marathon Firenze Vivicittà Marco Ceccantini, del presidente della Fondazione Tommasino Bacciotti Paolo Bacciotti, del delegato Coni Firenze Eugenio Giani e di Salvatore Bettiol per Diadora. “Una bellissima manifestazione che è entrata ormai nel Dna sportivo della città, ma anche una grandissima occasione per vivere la bellezza di Firenze – ha detto Vannucci – Quest’anno con una connotazione storica legata ai festeggiamenti per i 150 anni di Firenze capitale e i 750 anni della nascita di Dante Alighieri, in un riuscito abbinamento tra sport, bellezza e cultura. Sono attesi tantissimi podisti, atleti e curiosi non solo per la mezza maratona, ma anche per gli altri appuntamenti come la Tommasino Run e la Walking. Ce n’è veramente per tutti i gusti e tutte le gambe. Sarà una grandissima giornata di sport per Firenze, all’insegna dei colori della bandiera italiana che speriamo in tanti vorranno indossare per festeggiare Firenze in questo importante anniversario. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile l’evento di domenica, dagli organizzatori, agli uffici del Comune e alla Polizia municipale”. “Per tanti sportivi correre è diventato un vero e proprio stile di vita. La corsa Vivicittà, organizzata dalla Uisp – ha detto la presidente Giuliani – coniuga impegno sociale e civile ed è molto attenta a valorizzare la presenza femminile e dei bambini attraverso la Tommasino Run”. “Half Marathon Firenze-Vivicittà 2015 è una manifestazione che rappresenta una grande festa di sport – ha detto Ceccantini – Una festa nel nome della solidarietà internazionale e dell'impegno per i diritti civili, sociali e ambientali che unisce i podisti e semplici appassionati e che ha in Firenze uno straordinario palcoscenico”. Tutte confermate le opzioni della gara: la mezza maratona (21,097 km), la non competitiva di 10 km, walking 5 km con la campionessa del mondo di marcia Milena Megli, la Tommasino Run, una special race per bambine e bambine con la fondazione Tommasino Bacciotti e con Diadora sponsor tecnico dei due eventi. L’edizione 2015 è dedicata ai 150 anni di Firenze capitale e avrà nei pacchi gara dei partecipanti una maglietta d’eccezione: la vignetta disegnata da Sergio Staino e lo slogan “Corri, Firenze, corri” accompagnato dall’immagine di Palazzo Vecchio che corre. Novità del 2015 anche il circuito storico per i 750 anni della nascita di Dante Alighieri che unisce la gara fiorentina ad altre manifestazioni in tutta Italia. La Half Marathon si caratterizza anche per l’accento alle politiche sociali e di rispetto ambientale. Dopo la campagna dello scorso anno “La mia città per sport" per sensibilizzare cittadini e sportivi alla riconversione sostenibile della città, quest’anno è la volta di #corroper, una campagna a sostegno della pace e dei diritti umani: perché la libertà (di correre) non sia un privilegio di pochi. Al momento sono ben 42 le nazioni rappresentate con oltre 400 iscritti stranieri. Grande crescita anche delle iscrizioni femminili, che arrivano al 25% degli iscritti. L’appuntamento è domenica con il via alle 9,30 sotto l’arco Diadora.


Novità della 18esima edizione dedicata agli uomini che amano le donne: a numero chiuso, anche gli uomini potranno iscriversi alla tappa fiorentina del 19 Aprile. I tracciati sono pronti per la seconda tappa della manifestazione sportiva.La partenza della manifestazione è prevista alle ore 10.00 di domenica 19 Aprile in Piazza Santa Croce per la 10Km e 10 minuti dopo per la 5km.



Torna a Livorno Vivicittà, la “corsa più grande del mondo”, promossa da UISP ed organizzata da Livorno Team Running in collaborazione con Lega Atletica UISP Terre Etrusco-Labroniche e con il patrocinio del Comune di Livorno. Rivolta ad atleti professionisti, ma anche a semplici sportivi della domenica, la gara podistica si disputerà domenica 12 aprile con partenza alle ore 9.30 da via dei Pensieri (campo scuola) e attraverserà gran parte delle vie del centro città. Si correrà a Livorno ed in simultanea in 46 città italiane, 17 città estere e 21 istituti penitenziari e minorili. “Livorno non poteva mancare a questo appuntamento” – dichiara il sindaco Filippo Nogarin esprimendo grande soddisfazione per il “ritorno” dopo un anno di assenza della grande manifestazione in terra livornese. “ E mi rende particolarmente felice anche il fatto che la gara si corra nel cuore del centro cittadino, dopo alcune edizioni confinate nella zona sud , dando la possibilità ai partecipanti – professionisti e non – di riscoprire la città in una giornata di sport per tutti”. Vivicittà prevede infatti tre percorsi : un percorso agonistico di 12 km (gara competitiva), uno di 5 Km non competitivo, ed un terzo, sempre non competitivo, e ludico di 3 km . La gara sarà valida come tappa del Trofeo Podistico Livornese e del Criterium Podistico Toscano. Si offrono quindi alla città opzioni diverse per vivere insieme la libertà di correre, per condividere la gioia di farlo ognuno nella propria città e di farlo in nome di cause nobili quali la pace, i diritti umani, l’uguaglianza sociale, la solidarietà tra i popoli e il rispetto per l’ambiente. Iniziativa sportiva con risvolto sociale, Vivicittà, secondo i dettami che sono propri di UISP, vedrà al suo interno anche lo svolgimento di una raccolta fondi locale per “Il Prato. Un tetto per la palestra”, la campagna finalizzata a reperire risorse per il rifacimento della palestra il “Prato” sul viale Carducci (n.31) dove ha sede l’Associazione Sportiva Handicappati Livorno.

Redazione Nove da Firenze