Guarda Firenze: al traguardo in piazza Duomo Abdullamed Lablaida e Caterina Deiana

In 2.000 al Parco Dei Renai per Inferno Run


Ha confermato i numeri dello scorso anno la Guarda Firenze edizione numero 43 organizzata dalla Firenze Marathon col contributo dell’Atletica Firenze Marathon, col patronato del Ministero della Pubblica Istruzione e dell’assessorato all’educazione del Comune di Firenze. Sono stati in 3000 in corsa per le vie del centro storico di Firenze, con partenza e arrivo in Piazza Duomo: circa 1500 che hanno preso parte alla corsa di 10 chilometri Trofeo Donatori di sangue Fratres che ha toccato piazzale Michelangelo e ritorno. Altrettanti bambini e genitori per la Mini Guarda Firenze di 3 chilometri tutta per le vie del centro storico, una vera festa gioiosa all’insegna della salute e dello stare insieme all’aria aperta. Il via della corsa di dieci chilometri è stato dato dall’assessore allo sport Andrea Vannucci, il via alla corsa per le famiglie, la Mini Run, è stato invece dato dall’assessore all’urbanistica e al patrimonio Titta Meucci. In corsa è stato invece anche quest’anno, per il terzo consecutivo, sui 10 chilometri il delegato del Coni provinciale Eugenio Giani anche quest'anno ha corso i 10 km chiudendo in 1 ora e 5 minuti (circa tre minuti meno che lo scorso anno).

LA GARA

Per quanto riguarda la gara sulla distanza di 10 km, in campo maschile ha vinto il marocchino del GS Maiano Abdullamed Lablaida, sesto lo scorso anno, che ha chiuso in 32’56”. Secondo Leonardo Martelli (33’07”) terzo Marco Parigi (33’09”, settimo l’anno scorso) entrambi del Fiorino. Parigi era partito molto forte in testa e solo a un paio di chilometri dal traguardo è stato raggiunto da Lablaida e da Martelli. Al quarto posto Luca Lastraioli dell’Atletica Castello, reduce da un lungo periodo di acciacchi fisici, che ha concluso in 33’55”. Quinto il sempreverde Andrea Franchini del Maiano (35’06”) poi Ernesto Palchetti, atleta juniores dell’Atletica Firenze Marathon. Tra le donne prima sul traguardo di piazza in 41’40” è stata Caterina Deiana del Maiano, seconda l’anno scorso. Ha preceduto Caterina Debora Tortora anche lei del Maiano (quinta l’anno scorso) che ha chiuso in

42’18”. Terza Lourde Quinonez delle Panche Castelquarto (42’19”), poi una coppia di atlete dell’Asd Runners Barberino guidata da Angela Dimichino (44’23”).

FAMILY RUN

Per quanto riguarda la gara dei più piccoli primo al traguardo è stato Ludovico Berti della scuola De Mattias. Tra le ragfazze prima al traguardo è Gemma Pallanti della Scuola Pio X Artigianelli

LE ALTRE CLASSIFICHE

Per quanto riguarda le società più numerose la Canottieri Firenzeha preceduto ilGs Le Torri e Le Panche Castelquarto. Per le scuole più numerose ha vinto la Viviani davanti alla Collodi e alla La Pira Per quanto riguarda invece le palestre con più iscritti vince la Time Out davanti alla Firenze Marathon Wellness e alla Palestra 01.

LE CURIOSITA’
A tutti i partecipanti, dopo la corsa, è stata regalata la coloratissima maglietta Asics disegnata dall’artista Paolo Vannini Monica Giarrè. Erano presenti e si sono esibiti i Bandierai degli Uffizi; presenti anche i donatori di sangue della Fratres a lanciare il messaggio che da parte degli sportivi la donazione del sangue è particolarmente gradita. Eva Edili di Lady Radio hanno animato il palco insieme a Fabio Fiaschi; il ristoro è stato a cura della Conad; l’Esercito e la Protezione Civile ha fatto da supporto, così come i giudici della Uisp e gli oltre 500 volontari lungo il percorso provenienti dalle varie associazioni da sempre vicine all’organizzazione della Firenze Marathon, oltre alla Polizia Municipale. Il riscaldamento pregara è stato curato dal palco da Fulvio Massini, direttore tecnico della Firenze Marathon. Le immagini dell’evento commentate dagli organizzatori si potranno vedere giovedì sera su Toscana Tv all’interno di “Runners, atletica e podismo in Toscana” giovedì prossimo, 14 maggio a partire dalle 22.30 circa.

Si è conclusa da poche ore la corsa più amata in Italia. Lo dimostra l'altissima affluenza da ogni regione dello stivale, con 2000 partecipanti ed altrettanti curiosi, familiari, sostenitori. 16 ostacoli di ispirazione dantesca hanno garantito il divertimento di tutti i partecipanti: sorrisi e soddisfazione sia per il girone competitivo, sia per i tre gironi non competititvi, animati da simpatici travestimenti e tanta goliardia. La seconda edizione di INFERNO RUN – run like hell si è tenuta ieri, 9 maggio 2015, presso il parco dei Renai di Signa (FI) ed ha visto la partecipazione di moltissime famiglie con bambini: per loro gli organizzatori hanno approntato un “mini INFERNO” che ha permesso di raccogliere fondi per la Fondazione Tommasino Bacciotti, Charity Partner dell'evento. Hanno raccolto fondi per la Fondazione Bacciotti anche i Fisioterapisti ed i Parrucchieri. Stefano Bacciotti, Patron della Fondazione, ha omaggiato con regali i bambini del “mini INFERNO” ed ha insignito di riconoscimento al fair play il concorrente più collaborativo: Martin Herd-Smith. Lungo i dodici chilometri del percorso, sono stati posizonati Container,copertoni, fango, ghiaggio, altro fango, e tanta acqua, oltre ad altro fango: la ricetta per una giornata indimenticabile per tutti i partecipanti all'INFERNO. Prima della corsa riscaldamento di gruppo e soprattutto le parole esaltanti del motivatore, la vera sorpresa per i mudder dell'INFERNO. Scalata, arrampicata, nuoto e corsa: gli organizzatori hanno inserito tutte le discipline più amate dai mudder, discipline che associate agli ostacoli, hanno promosso lo spirito di gruppo ed il mutuo aiuto. La seconda edizione dell'INFERNO è stata ricalibrata anche in base alle richiesta provenute dai social ed ai feedback rispetto alla prima edizione del 2014. La classifica è già a disposizione sul sito i primi 40 atleti vincitori del girone competitivo (20 uomini e 20 donne), si sono guadagnati l'accesso all'OCR world championship che si terrà in novembre negli USA, oltre che l'accesso al Campionato Italiano Mud Run. Per loro ricchi premi offerti da Nencini Sport ed Underarmour, partner tecninco anche per la maglia contenuta nel pacco gara. Per i dannati dei gironi non competitivi, invece, premi da Proaction, che ha inoltre provveduto al ristoro con integratori specifici, Casa Emma con il vino dedicato alle donne e Compagnia del viaggio che ha omaggiato con splendidi Cabin Zero i dannati provenienti da più lontano e Sapone del Mugello che ha premiato con splendide ceste i dannati più fangosi all'arrivo. I risultati della classifica competitiva femminile hanno visto il trionfo di Ginevra Cusseau (51'54”) Silvia Bonfigli ( 52'56”) Ilaria Paltrinieri (53'57”). La classifica competitiva maschile è stata dominata da Eugenio Bianchi (42'02”) Federico Tonnicchi (43'08”) Stefano Colombo (44'58”). Per la classifica NON competitiva sono state premiate le categorie: Gruppo più numeroso, Gruppo di sole donne più numeroso, il più fangoso e la più fangosa, miglior costume di gruppo, miglior costume uomo e donna, premi anche per i partecipanti uomo e donna provenienti da più lontano oltre che per i mudder “senior” e per i neo diciottenni iscritti alla corsa. INFERNO RUN è un evento di ispirazione mondiale ma tutto italiano, nasce dalla passione di Italian Sport Lab, dalla volontà di promuovere, su territorio italiano, l'affascinante mondo delle MudRun.

PROSSIMI APPUNTAMENTI
Quella che arriva da domani sarà una settimana molto intensa per Firenze Marathon e Atletica Firenze Marathon. Martedì c’è la presentazione ufficiale del meeting di atletica Multistars che sarà di scena al Ridolfi venerdì e sabato prossimi, 15 e 16 maggio. Domenica prossima, 17 maggio, per le vie del centro di Firenze si svolgerà invece Deejay Ten, evento curato tecnicamente da Firenze Marathon.
Venerdì 29 maggio, invece nella cornice del Salone De’ Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze ci sarà la premiazione del concorso scolastico correlato alla Guarda Firenze sul tema legato ai 150 anni di Firenze Capitale d’Italia e al concorso ma quiz sullo stesso tema con il questionario che i ragazzi hanno compilato direttamente in piazza. Alla cerimonia presenzierà la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi. Poi sabato sera 20 giugno con partenza e arrivo da Piazza Duomo ci sarà l’attesissima Notturna di San Giovanni, la corsa competitiva per eccellenza, giunta alla 76esima edizione.

Redazione Nove da Firenze