Governo a Firenze: domani Bonisoli e Moavero Milanesi a Palazzo Pitti, lunedì Salvini in Prefettura

Il ministro della Cultura e quello degli Esteri riceveranno dal collega tedesco il "Vaso di Fiori" trafugato dai nazisti. Il ministro dell'Interno il 22 luglio firmerà il protocollo con la Regione per il numero unico di emergenza europeo 112. Comitato ordine e sicurezza: più telecamere in S. Jacopino


"Domani per l'Italia sarà una giornata storica: il Vaso di Fiori, trafugato dalle truppe tedesche nel 1944, torna dopo 75 anni a Firenze, a Palazzo Pitti. Domani la Germania ce lo restituisce. Ci siamo riusciti grazie al lavoro della diplomazia culturale, di Procura e Carabinieri". Lo scrive su Twitter il ministro dei Beni e delle Attività culturali, Alberto Bonisoli. La cerimonia di restituzione è fissata per venerdì 19 luglio alle ore 12 nella sala bianca del museo di palazzo Pitti con Bonisoli e il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi. A consegnare il quadro il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas. Alla cerimonia è prevista la presenza anche del comandante generale dei Carabinieri, Giovanni Nistri, e naturalmente del direttore degli Uffizi, Eike Schmidt.

Un altro rappresentante del governo, il ministro dell'Interno, Matteo Salvini torna a Firenze: lunedì 22 luglio sarà in Prefettura per la firma, alle ore 15, del Protocollo di intesa tra Ministero dell'Interno e Regione Toscana, per l'attuazione del Numero Unico di emergenza europeo 112.

Intanto sempre in Prefettura si è riunito il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per l'esame congiunto di alcune problematiche riguardanti l'Area Metropolitana di Firenze.
Sono state innanzitutto varate le specifiche misure di sicurezza per l'evento del prossimo 19 luglio, relativo all'arrivo a Firenze del dipinto "Il vaso di fiori" di Jan van Huysum, trafugato da un soldato nazista nel secondo conflitto mondiale.
E' stato poi analizzato il tema relativo alla sicurezza della città di Firenze con aggiornamento dei dati riguardanti in particolare le aree della Stazione di Santa Maria Novella, del Parco delle Cascine e della Fortezza da Basso, per le quali l'attività di controllo del territorio sta garantendo ottimi risultati.
E' stata altresì approfondita la situazione della zona di San Jacopino, per la quale sono state attivate ulteriori misure di controllo a garanzia della massima sicurezza dei residenti. In proposito, nel quadro di un riesame complessivo cittadino, che verrà svolto nei prossimi giorni, sarà valutata anche l'aumento ovvero la rimodulazione delle telecamere di videosorveglianza già presenti in quella zona.
E' stata inoltre affrontata, alla presenza del Sindaco di Reggello, Cristiano Benucci, e del management dei gruppi commerciali, la questione concernente la sicurezza dell'Outlet "The Mall", dopo il furto avvenuto nella notte del 29 giugno scorso.
Al riguardo si sono condivise alcune linee d'azione e si procederà nelle prossime settimane all'adozione di idonee misure di sicurezza. E' stata valutata l'opportunità del potenziamento dell'attuale sistema di videosorveglianza anche con l'impiego di telecamere di "lettura targhe" e di "contesto" da posizionare nei punti di accesso e di uscita, così da garantire la massima sicurezza anche per le aree prospicienti all'insediamento del Centro Commerciale. 

Redazione Nove da Firenze