Rubrica — Editoria Toscana

Giornalismo: in un libro la storia di quelli caduti nella Grande Guerra

Il volume curato da Pierluigi Roesler Franz e Enrico Serventi Longhi, presentato in palazzo del Pegaso nell’ambito di un seminario organizzato dall’Associazione stampa toscana. Il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani: “Contributo importante, capace di interessare storici, appassionati e semplici lettori”


“Un contributo importante, capace di interessare storici, appassionati e semplici lettori. Nel panorama storiografico e giornalistico, mancava un lavoro di così alto profilo che ha saputo unire biografie, storia sociale, militare e politica”. Così il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, commenta il seminario organizzato dall’Associazione stampa toscana in palazzo del Pegaso e nel corso del quale si ricordano i tanti intellettuali giornalisti caduti nel conflitto mondiale.

La giornata di approfondimento, con crediti formativi, ha preso spunto dal libro Martiri di carta. I giornalisti caduti nella Grande Guerra di Pierluigi Roesler Franz e Enrico Serventi Longhi (edito da Gaspari) per conto della fondazione sul giornalismo "Paolo Murialdi".

Redazione Nove da Firenze