Giani: "A Prato nascerà il Centro Covid per l'Italia centrale"

L'ex Creaf proseguirà in questo nuovo ruolo, passata la fase emergenziale attuale


L'ex Creaf di Prato, passata l'attuale fase emergenziale, diventerà un vero e proprio "Centro Toscana Covid". Lo ha annunciato il presidente Eugenio Giani, intervenendo in Consiglio Regionale. 

"L’ex Creaf -ha riassunto Giani- è stato diviso in due lotti: una struttura da 191 posti che saranno pronti l’8 dicembre e l’altro che ci porta a 340 posti. Quello può diventare, non solo in Toscana, ma nell’Italia centrale, un luogo di specializzazione nel covid. Non illudiamoci: anche se avremo i vaccini a metà gennaio -ha proseguito Giani- il covid si sta manifestando come una patologia per cui il vaccino servirà a raggiungere l’immunità di gregge ma una fascia di persone, come avviene per le influenze, comunque lo prenderà. E quindi un centro covid che porti a speciliazzare l’analisi, la ricerca scientifica e la capacità di debellare nei prossimi anni, avrà grande importanza. Sarà un posto dove potremo creare anche una banca del plasma dei guariti dal covid", ha concluso il presidente. 

Marco Bazzichi