Ghiaccio: codice giallo esteso fino alle 10 di giovedì 28 gennaio

Ancora un'allerta a Firenze. Sul tratto Panoramico della A1 Milano Napoli rimozione del ghiaccio formatosi durante le ore notturne sulla volta di alcune gallerie


Esteso il codice giallo per ghiaccio che, a causa dell'abbassamento delle temperature, interesserà la Toscana, con esclusione della costa dalla Versilia all'isola d'Elba. Lo ha emesso la Sala operativa della protezione civile regionale a partire dalle 20 di oggi mercoledì 27 gennaio e fino alle 10 di domani, giovedì 28. La pressione in aumento lungo le coste tirreniche ha reso il tempo stabile per la giornata di oggi, mercoledì 27 gennaio. Domani, giovedì, un flusso di aria umida e più mite potrà determinare qualche debole pioggia sulle zone settentrionali dal pomeriggio.

Ancora un'allerta per rischio ghiaccio a Firenze., dunque, ma sono interessati anche i Comuni di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa. L'allerta scatterà alle 20 di stasera e si concluderà alle 10 di domani, giovedì 28 gennaio. Secondo le previsioni sarà possibile la formazione di ghiaccio sulle zone soggette a ristagni/scorrimenti di acqua e comunque ad elevati livelli di umidità.

Sul tratto Panoramico della A1 Milano Napoli stamani è stato temporaneamente chiuso al traffico il tratto tra Rioveggio ed il bivio con la Direttissima in entrambe le direzioni, per consentire la rimozione del ghiaccio formatosi durante le ore notturne sulla volta di alcune gallerie. Nei giorni in cui le temperature risultano inferiori agli 0°C, infatti, è possibile la formazione di “stalattiti” di ghiaccio che è necessario rimuovere per garantire la sicurezza della circolazione. Per far fronte a questo particolare fenomeno, sono regolarmente programmati dalla Direzione di Tronco di Firenze interventi di rimozione delle stalattiti tramite attività di battitura e successiva pulizia del manto stradale, con idonee attrezzature. Tali interventi sono necessari prevalentemente presso le gallerie dove sono in corso le attività di assessment e monitoraggio infrastrutturale, che devono essere svolte smontando le onduline, così come stabilito dalle Linee Guida emanate dal MIT.

Gli interventi vengono normalmente eseguiti escludendo al traffico la corsia interessata. Nei tratti in cui - per consentire le attività di assessment - sono presenti scambi di carreggiata con gallerie in doppio senso di circolazione, è invece necessario disporre la temporanea chiusura del tratto.

Per contenere al minimo i disagi e preservare la sicurezza della circolazione, nei giorni caratterizzati da basse temperature il provvedimento verrà disposto dalle 9:30 alle 13:00, favorendo così gli spostamenti dei pendolari, fruitori delle stazioni di Roncobilaccio, Pian del Voglio e Rioveggio.
Si ricorda la disponibilità di una importante alternativa garantita dall’A1 Direttissima, raggiungibile dalla stazione di Badia.

Redazione Nove da Firenze