Rubrica — Empoli Calcio

Genoa vs Empoli 2 - 1. Doppio vantaggio del Genoa nel primo tempo. Nel recupero finale l'Empoli va in gol.

facebook

Per il debutto Ballardini ha confermato la squadra schierata in Coppa Italia contro il Lecce, gara vinta con il risultato di 4 – 0. Anche Andreazzoli ha riproposto la stessa formazione che ha prevalso sul Cagliari (2 – 0).


Il protagonista della gara Genoa – Empoli è stato il silenzio durato 43 minuti per onorare le 43 vittime del crollo del ponte Morandi, un silenzio a cui si sono uniti i tifosi dell’Empoli. Al 42’ sui maxischermi dello stadio di Genova sono apparsi i nomi di coloro che hanno perso la loro vita mentre transitavano su quel ponte, scanditi ed accompagnati da un lunghissimo applauso di tutto lo stadio, in piedi,  per poi esplodere, un minuto più tardi, in un unico coro “Genova, Genova”.

La gara inizia sul filo dell’emozione che traspare dai giocatori in campo che inevitabilmente risentono del clima, ma  in qualche modo si deve ripartire anche se con la tristezza, mista a rabbia , nel cuore.

L’Avvio è piacevole con il Genoa che è il primo a colpire con il polacco Piatek che al 6’ riesce a trasformare un cross basso e teso di Criscito dalla sinistra. L’Empoli al 12’ gli risponde con Zajc che, con un potente tiro, fa tremare l’incrocio dei pali. Ma di lì a poco arriverà il raddoppio di Kouame che al 18’ va via sulla sinistra ed entra in area e, con un diagonale rasoterra. fredda Terracciano.

I tifosi del Genoa, in entrambe le occasioni del gol, si sono limitati ad applaudire, per poi esplodere al 43’ in unico coro “Genova – Genova” a cui facevano da cornice gli striscioni, quello in Gradinata Nord «In silenzio per te ferita 43 volte al cuore, rialzati superba e torna al tuo splendore» ad uno polemico nei Distinti «Alluvioni, Torre Piloti e Ponte. Basta Funerali».

Risultato finale primo tempo Genoa 2 – Empoli 0.


Nella ripresa Empoli si mostra più aggressivo mettendo in difficoltà, sin dall’inizio, il Genoa tanto che Marchetti  è costretto a volare per salvare su Zajc riuscendo a deviare sul palo il tiro a colpo sicuro dello sloveno. Il gol dell’Empoli arriva In pieno recupero, messo a segno da Mraz. L’attacco dell’Empoli non si è quasi mai visto come non si sono quasi mai visti passaggi appropriati per l'attacco,  forse mi sbaglio, ma gioca anche l'attacco. almeno ci prova.  Nonostante questo l’Empoli ha fatto una discreta prestazione, un prestazione da squadra che vuole diventare tale.

L’Empoli affronterà domenica prossima il Chievo, sempre in trasferta.


GENOA (3-4-1-2) — Marchetti; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Lazovic (72' Gunter), Hiljemark (81' Bessa), Romulo, Criscito; Pandev (54' Mazzitelli); Piatek, Kouame. (Radu, Vodisek, Lopez, Pereira, Lakicevic, Rolon, Medeiros, Dalmonte, Lapadula). All. Ballardini.

EMPOLI (4-3-1-2) — Terracciano; Di Lorenzo, Rasmussen, Silvestre, Antonelli; Acquah (73' Bennacer), Capezzi, Krunic; Zajc (85' Traore); La Gumina (77' Mraz), Caputo. (Provedel, Marcjanik, Untersee, Veseli, Pasqual, Brighi, Ucan, Lollo, Mchelidze). All. Andreazzoli.

ARBITRO — Marinelli di Tivoli

NOTE — Ammoniti: 45' Spolli (G), 52' Criscito (G), 59' Zukanovic (G), 85' Silvestre (E), 92' Krunic (E)

Empoli Calcio — rubrica a cura di Franca Ciari

Franca Ciari

Franca Ciari — Giornalista pubblicista di formazione classica giuridico-economica (commercialista laureata all'Università degli Studi di Siena). Vive a Empoli e si occupa di calcio dal 2008, in particolare della squadra di casa , protagonista da 30 anni della scena italiana del pallone professionistico

E-mail: francaciari@gmail.com