Gavinana: denunciato un anziano col vizietto delle armi

Ottantenne entrato in una concessionaria armato di fucile è stato bloccato e disarmato dalla Polizia Municipale. In casa armi e munizioni non denunciate


Scene da film stamani a Firenze sud. Un anziano è entrato in una concessionaria armato di fucile, apparentemente senza cattive intenzione ma tanto è bastato a far scattare l’allarme nei passanti tanto che una persona si è rivolta a una pattuglia della Polizia Municipale che si trovava in zona e che ha bloccato e disarmato l’uomo. 

L’episodio è accaduto stamani intorno alle 9.30. Due ispettori del distaccamento di Gavinana, impegnato nella viabilità a seguito di un cantiere, sono stati avvicinati da un uomo molto impaurito che ha raccontato di aver visto una persona armata di fucile all’interno di una concessionaria della zona. Racconto che corrispondeva alla realtà come hanno appurato poco dopo i due appartenenti alla Polizia Municipale: dall’esterno hanno infatti visto una persona che imbracciando un fucile privo di custodia stava parlando con i presenti. Immediato l’intervento degli ispettori che, approfittando del fatto che l’uomo era di spalle, sono entrati cogliendolo di sorpresa.
Si trattava di un ultraottantenne residente in zona. L’uomo è stato disarmato senza che opponesse nessuna resistenza e alla richiesta di spiegazioni ha raccontato di avere la necessità di smontare l'ottica del fucile. L'arma (una carabina Beretta) è risultata scarica. Nel corso della perquisizione domiciliare sono stati trovati altri due fucili automatici da caccia, una canna di fucile e alcune munizioni detenute illegalmente: l’uomo non era in possesso né di porto armi valido né del necessario nulla osta alla detenzione.
Su disposizione del magistrato le armi e le munizioni sono state sequestrate e la persona denunciata per porto abusivo di armi, detenzione illegale di munizioni e per la mancanza dei requisiti psicofisici per la detenzione di armi.

Redazione Nove da Firenze