Galluzzo: l'edicola che viene smontata ora sembra uno scheletro

Piazza Acciaioli, i lavori di rimozione iniziati ieri mattina sono a buon punto: fa impressione vedere di notte la "carcassa" di quello che fu un punto nevralgico della vita del paese. Dove c'erano giornali e riviste, libri e giochi, adesso c'è il vuoto


Passare questa notte tra il 24 e il 25 settembre 2019 da piazza Acciaioli e vedere quella che fu l'edicola storica del Galluzzo fa impressione: i lavori di smontaggio e rimozione sono a buon punto e dell'edicola resta in pratica la carcassa. Sembra uno scheletro, e se si dovesse girare un film dell'orrore il titolo potrebbe essere "Quello scheletro di notte nella piazza del Galluzzo". Dove per decenni ci sono stati giornali e riviste, libri e giochi adesso c'è il vuoto. 

L'occasione per vedere quello che resta dell'edicola aveva le ore contate, perché probabilmente in questa giornata di mercoledì 25 settembre la struttura sarà tutta (o quasi) portata via e dell'edicola che è stata di Stefano e Santina Manetti, e prima ancora di altri tra cui l'indimenticabile (per i galluzzini) Delio Rigacci, resteranno solo foto e ricordi.

L'edicola storica è stata smantellata perché nessuno ha rilevato la rivendita dei coniugi Manetti e così si chiude un capitolo importante nella storia del Galluzzo. Piazza Acciaioli, il cuore del paese, non sarà più la stessa. 

vedi anche

https://www.nove.firenze.it/galluzzo-si-smonta-ledicola-storica-di-piazza-acciaioli.htm

https://www.nove.firenze.it/galluzzo-chiude-ledicola-storica-di-piazza-acciaioli.htm

Antonio Patruno