Rubrica — Mostre

Gallerie degli Uffizi, visitatori in crescita: agosto +5,3%

In testa c’è Boboli con il 7% di visite in più, seguono gli Uffizi, con il +6%, terzo Palazzo Pitti con il +3,2% ma nei primi otto mesi dell’anno è primo nella ‘classifica interna’, con una crescita dell’8%. Soddisfatto il direttore Schmidt: "Trend d'aumento inarrestabile"


La crescita del numero dei visitatori delle Gallerie degli Uffizi continua inarrestabile: nei musei del complesso museale fiorentino agosto si è concluso con un +5,3% rispetto allo stesso mese del 2018, in termini assoluti 22.132 visitatori in più, per un totale di 439.094 presenze. Pressochè identico il tasso di incremento relativo ai primi otto mesi del 2019: a confronto con lo stesso periodo dell’anno scorso, è stato registrato un +5,3%, pari a + 152.072 persone, per 3.038.960 complessive.

Il fenomeno riguarda tutti gli spazi del complesso, Uffizi, Palazzo Pitti, Giardino di Boboli. Quanto all’aumento di agosto, in testa c’è Boboli con il +7% di visite in più, seguono gli Uffizi, con il +6%, terzo Palazzo Pitti con il +3,2%. Nel caso dell’incremento rilevato nei primi otto mesi dell’anno è invece Palazzo Pitti primo nella ‘classifica interna’, con una crescita dell’8% di presenze. Segue il +6,1% di Boboli, quindi gli Uffizi con il +4%.

"Il trend d’aumento delle visite nel complesso sembra inarrestabile – spiega il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt – i dati che accogliamo con maggiore favore sono quelli di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli, che rispetto a qualche anno fa hanno moltiplicato i loro visitatori e ormai sempre più spesso come tasso di crescita superano gli Uffizi, il nostro museo ‘di punta’. Il quale, nonostante agosto sia tradizionalmente proprio il suo mese di flessione, quest’anno in positiva controtendenza cresce comunque ad un buon ritmo”. 

Redazione Nove da Firenze