Focus sulla sicurezza nel Consiglio comunale di lunedì 18 novembre

L'approvazione di una riunione straordinaria, storica vittoria della Lega


La Conferenza dei Capigruppo ha deciso di calendarizzare, all'interno del Consiglio comunale di lunedì 18 novembre, un “focus” sul tema della sicurezza come richiesto da un certo numero di consiglieri di minoranza. Come ogni giovedì si è riunita la capigruppo del Consiglio Comunale di Firenze, presieduta dal Presidente Milani. Questa volta però erano caldi i temi sul tavolo, perché la Lega era riuscita a raccogliere le firme necessarie per richiedere il tanto agognato Consiglio comunale straordinario sulla sicurezza, a norma dell'art.15 dello Statuto. Dall'esito incerto, il tema ha trovato un muro immediato da parte del partito di maggioranza, nelle persone del Sindaco Nardella e del Capogruppo PD Nicola Armentano, i quali non ritengono possa sussistere un problema così grave ed immediato correlato al tema sicurezza. Eppure per un cavillo burocratico la Lega porta a casa la prima vittoria in Consiglio comunale.

“E' la vittoria – annuncia il Capogruppo del Carroccio Federico Bussolin – del buonsenso e della buona politica. Grazie alla Lega a Firenze parleremo di proposte e soluzioni concrete in tema di sicurezza dove, ad oggi, navighiamo nel buio. Chi osteggiava con pretesti ideologici questa richiesta di emergenza, penso a Nardella ed Armentano, oggi deve ricredersi. La sicurezza è il tema centrale in città in ogni sua ramificazione e servono risposte da parte di tutti. Tanti saranno i contenuti da apportare e siamo al lavoro sin da subito per portare alla città le soluzioni più concrete che possano invertire la grave tendenza già evidenziata dal Sole 24 Ore. E' il caso di dire che – conclude Bussolin – a Firenze è finita la pacchia".

“Lo Statuto – dichiara il Vice Presidente del Consiglio Comunale Emanuele Cocollini – prevede sì la fattispecie nella quale i Consiglieri possono richiedere in forma straordinaria un Consiglio comunale, ma non ne prevedere la procedura di diniego: la sua calendarizzazione a seguito delle firme raccolte era l'unica cosa che poteva essere fatta e così è stato. È un tema fondamentale per i fiorentini ed una discussione approfondita non poteva più essere rimandata. Adesso, spero che il Consiglio comunale – conclude Cocollini – sappia dare delle risposte concrete a questa emergenza”.

Dello stesso avviso il Segretario provinciale della Lega Alessandro Scipioni: “È un grande successo – dichiara Scipioni – della Lega in città quello conseguito dal gruppo consiliare che è riuscito a fare indire il Consiglio straordinario sul tema della sicurezza. Firenze è una città dove si vive una condizione di insicurezza endemica e la Lega si batte da sempre per ristabilire le condizioni di una città sicura è libera dal degrado. La percezione di sicurezza dei cittadini è alla base della vivibilità e del decoro della città stessa. Per anni hanno nascosto la testa sotto terra come gli struzzi, ora – conclude Scipioni – li stiamo costringendo ad uscire allo scoperto”.

Redazione Nove da Firenze