Rubrica — Spettacolo

Corti ma buoni: Firenze short film festival all'Alfieri l'1 e 2 ottobre

Presentata la sesta edizione del concorso dedicato ai cortometraggi di animazione e fiction. Il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani: “Una manifestazione di grande significato per Firenze e la Toscana, che presenta opere di qualità e diffonde la cultura del cinema"


Firenze – Oltre quattrocento pellicole provenienti da tutto il mondo che hanno portato alla selezione di sedici finalisti e due opere fuori concorso. Sono i numeri della sesta edizione del ‘Firenze short film festival’, presentata nel palazzo del Pegaso, che oggi e domani, martedì 1 e mercoledì 2 ottobre, presso lo Spazio Alfieri (via dell’Ulivo, 6 – Firenze) vede in programma la proiezione delle diciotto opere selezionate e la premiazione dei cortometraggi vincitori nelle categorie animazione e fiction.

“Ho accompagnato questa iniziativa fin dal suo sorgere – ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani – e sono felice che, col passare degli anni, si stia rivelando di grandissimo significato per Firenze e la Toscana, perché stimola inventiva e talento di chi, con un cortometraggio, non solo produce un’opera culturale di spessore, ma contribuisce a produrre attivamente un’educazione sul cinema”. 

Giani ha sottolineato che il festival, cominciato in periferia, all’Africo, “si è guadagnato, con la qualità delle sue proposte, il diritto di svolgersi all’Alfieri, che, con la sua programmazione d’essai, per Firenze ha rappresentato uno dei luoghi classici dei tempi d’oro del cinema”. 

Ricordando che la manifestazione ha il patrocinio del Consiglio regionale, Giani ha infine annunciato che sarà presente alla cerimonia di premiazione, “perché è giusto che i vincitori sentano l’attenzione delle istituzioni”.

Come hanno sottolineato gli ideatori del festival, il regista e giornalista Lorenzo Borghini e l’organizzatore di festival ed eventi culturali Dario Bracaloni, si tratta di numeri che confermano il successo di una manifestazione che, nata come ribalta per giovani registi in cerca di un’opportunità, è cresciuta fino a diventare un evento di richiamo internazionale al quale sono intervenuti ospiti e giurati di grande spessore tra i quali importanti esponenti del mondo accademico, della critica cinematografica, rinomati attori, doppiatori e produttori.

La giuria sarà composta da: Luigi Nepi, docente di Critica Cinematografica all’Università degli Studi di Firenze; Stefano Socci, docente di Storia del Cinema presso l’Accademia delle Belle Arti di Firenze; Donatella Pascucci del Mibac – Ministero per i Beni e le Attività Culturali; Gianna Giachetti, grandissima attrice che ha lavorato – fra gli altri – con Luchino Visconti, Giorgio Strehler, Eduardo de Filippo e Franco Zeffirelli. Indimenticabile in “Ritorno a Casa Gori” e “Ovosodo” così come negli sceneggiati RAI e ovviamente in teatro, luogo della maggior parte della sua lunga e fortunata carriera.

Si rinnova la partnership con Simone Bartalesi direttore artistico di OFF Cinema, mentre il presidente di giuria è Antonio Frazzi, stimato regista, oltre che giurato del David di Donatello e dell'European Film Academy!

Redazione Nove da Firenze