Firenze, la dose mortale: il consumo di droga uccide, ancora

Nel 2018 sono state tremila le persone con dipendenza seguite dal Serd di Firenze a larga maggioranza, circa il 70%, per dipendenza da eroina


Dalla Stazione de Le Piagge a Santa Croce e l'ultimo episodio a Scandicci, non è un problema di periferia.
Anche l'ultima nota diramata dal Comando provinciale dell'Arma dei Carabinieri ha il rumore delle telescriventi degli anni '80: è deceduto per overdose.
Sono scattate, secondo la prassi, le indagini sugli ultimi contatti diretti avuti dall'uomo al fine di individuare lo spacciatore che potrebbe aver fornito la dose risultata poi letale.

Nell'ultimo anno sono stati registrati otto decessi e un ricovero per eroina nel capoluogo toscano, una classifica della morte capitanata da Bologna e Venezia con dodici tra decessi e ricoveri, seguite da Milano.
I dati sono tratti da GeOverdose un portale che monitora i dati suddivisi per tipologia di consumatori, localizzazione geografica e tipologia delle sostanze.

Per la droga si muore ancora e, stando ai rapporti, sono soprattutto i giovani a restare intrappolati nella rete, anche delle droghe cosiddette pesanti.

L'ultimo episodio. Alla Compagnia di Scandicci è giunta la chiamata di una donna che aveva richiesto l'intervento di un idraulico nella propria abitazione. Trascorsa la pausa pranzo e non vedendo rientrare l'uomo, è andata a cercarlo e lo ha rinvenuto all'interno di un furgone, privo di vita.

"Nella pausa pranzo - è la ricostruzione dei militari - dopo aver fatto uso di stupefacenti all'interno del proprio furgone, l'uomo è deceduto per overdose da oppiacei. La committente, preoccupata per la lunga assenza dell’idraulico, si è recata nei pressi del veicolo, constatando il suo decesso".

Precedenti. Il 14 marzo un uomo di 54 anni è stato trovato morto intorno alle 20 sulla rampa che conduce ai binari della Stazione Le Piagge, alla periferia di Firenze. Il 15 marzo una ragazza di 25 anni è stata trovata intorno alle 19 distesa tra le auto nei pressi di piazza Santa Croce.

Redazione Nove da Firenze