Rubrica — Calcio Storico

“Firenze in festa” raccontata nel libro di Marco Ferri

Bandierai degli Uffizi

Le tradizioni popolari fiorentine domani alla libreria IBS Libraccio in via Cerretani


Un libro dedicato alle feste, ma anche alla tradizioni popolari che ancora vivono tra noi.  Certo non è il primo, e sicuramente non sarà l’ultimo. Perché ogni epoca ha il suo rapporto col passato: ora più stretto, ora più morbido... Ma Firenze è cosa a sé e queste pagine cercano di “fotografare” un’epoca in cui la città celebra il proprio passato lungo un programma anche ricco, ma talvolta un po’ troppo libero, con poco rispetto. E questo non giova, perché se rievocazione dev’essere, che lo sia fino in fondo.

In questo quarto libro dedicato a Firenze l’autore torna a uno dei suoi primi “amori”: le feste e le tradizioni popolari. Il tema era già stato affrontato su base regionale nel 2006. Adesso l’autore si limita a Firenze, la sua città natale che non smette di rievocare e tenta di non perdere il contatto con la propria memoria, anche se le distorsioni della storia sono sempre possibili, ancorché evitabili.
In qualche caso è un personale viaggio nella memoria, in altri invece riemergono sensazioni provate durante gli oltre 30 anni trascorsi a sfilare per le vie di mezzo mondo col Giglio rosso sul petto, come parte integrante del corteo del Calcio Storico, oggi Corteo della Repubblica Fiorentina.
Alla fine del lavoro di redazione del libro emerge l’idea di una città che vive da sempre in perenne bilico tra eventi religiosi e eventi pagani, i quali conservano gelosamente, oltre a una generale condivisione di sentimenti d’appartenenza, anche l’eterno ciclo della vita, appuntamenti che si sommano, si legano, si mischiano e si confondono per offrire, a chi ha la pazienza e il privilegio di assistervi o prendervi parte, sensazioni uniche e irripetibili.

Marco Ferri. Nato a Firenze nel 1958 e laureato in storia contemporanea, Marco Ferri è giornalista professionista. Da oltre 30 anni si occupa di cultura e spettacoli; ha scritto sulle pagine del Giornale della Toscana e ha collaborato con varie testate, tra cui National Geographic Italia per la quale, tra l’altro, è stato coproduttore associato del docufilm Secrets of Florence (Firenze. Le trame del Rinascimento).
Autore di libri e saggi scientifici, per cinque anni è stato responsabile della comunicazione della Galleria degli Uffizi e del Polo Museale Fiorentino; nel 2014 ha ideato e curato nella Sala Bianca di Palazzo Pitti la mostra temporanea “Una volta nella vita. Tesori dagli archivi e dalle biblioteche di Firenze”. Nel 2008 ha fondato “Medicea. Rivista interdisciplinare di studi medicei”.
È anche ideatore/organizzatore di eventi: nel 2012 della 1a edizione di “Pitti jazz” nel Giardino di Boboli; il 27 maggio 2013, in occasione del 20° anniversario della strage di via dei Georgofili, di “Girotondo per Caterina – Firenze abbraccia gli Uffizi”, manifestazione che ha visto la partecipazione del Presidente del Senato, Pietro Grasso, e di circa mille alunni delle scuole inferiori e medie di Firenze e provincia; nel giugno 2013 della prima edizione di “Musica è donna”, nel Cortile del Museo Nazionale del Bargello; tra luglio e agosto 2014 della la rassegna “Affaire Cultura. A colloquio in Versiliana coi protagonisti dei beni culturali”, nell’ambito degli “Incontri al Caffè”, a Marina di Pietrasanta. Attualmente è responsabile della comunicazione della Fondazione Franco Zeffirelli. Per Angelo Pontecorboli Editore ha già pubblicato tre libri: nel 2017 Dinastia Medici: Bianca Cappello. Il mistero del luogo di sepoltura della Granduchessa eFirenze e la cioccolata; nel 2018: Storie e leggende del Ponte Vecchio.

Redazione Nove da Firenze