Firenze: consigliere comunale indossa grembiule da barbiere

Gesto simbolico di Draghi, capogruppo di Fratelli d'Italia: “Parrucchieri ed estetisti tornino a lavorare il 18 maggio, l'abusivismo porta più rischi”


Oggi il capogruppo di Fratelli d’Italia Alessandro Draghi durante la discussione della mozione “Proposte per una ripartenza anticipata ed in sicurezza” ha indossato un grembiule da barbiere come segno di vicinanza a tutti i barbieri e parrucchieri della città di Firenze.

“La riapertura dei barbieri è richiesta da molti clienti che "spettinati" attendono da mesi, e da molte clienti che aspettano di passare dall'estetista in vista della prossima estate – ha notato Draghi –. Non è giusto che a Bolzano le attività siano tutte aperte, che molte regioni siano già pronte ma la Toscana, che pure ha avuto un impatto minore con il Coronavirus, continui a tergiversare. Altro aspetto fondamentale: la riapertura delle attività metterebbe la parola fine a molti casi di abusivismo aumentati esponenzialmente in queste settimane. Sarà più sicuro un parrucchiere o un estetista che opera nel suo negozio o uno che lo fa in casa?”.
“Fratelli d'Italia chiede che a Firenze le attività ripartano il 18 maggio prossimo” ha concluso l’esponente del centrodestra.

Redazione Nove da Firenze