Fiorentina vs Tottenham: in Europa Firenze blindata e frustrata

"Se abbiamo paura giochiamola a porte chiuse"


Blindati. Gli inglesi hanno chiesto ai propri tifosi: "Di essere consapevoli del fatto che è severamente proibito bere per le strade di Firenze e questo può portare ad essere arrestati. La polizia italiana e le autorità locali ci hanno informato che il centro di Firenze sarà oggetto di uno stretto controllo di polizia".

A seguito dei fatti avvenuti a Roma, Firenze prepara una maggiore presenza di forze dell'ordine nel centro della città per la durata della visita dei sostenitori londinesi in occasione della partita di Europa League. Un Piano per la Sicurezza da far tremare i polsi ai tifosi, ma anche ai cittadini.

Task Force, navette, chiusure divieti e percorsi dedicati.
Vince lo Sport?
“Abbiamo deciso di mettere in campo misure delle grandi occasioni per garantire un match in cui sia lo sport a vincere - ha detto il prefetto di Firenze Luigi Varratta - ma anche alla luce di quanto accaduto a Roma con i tifosi del Feyenoord”. 

Preoccupati i residenti di Campo di Marte che ancora una volta sentono il peso di trovarsi nella zona rossa, distanti dal centro storico, ma i tifosi allo Stadio devono arrivarci.
I commercianti si dicono "Frustrati".
Abbiamo incontrato il responsabile di un noto locale del centro storico di Firenze, a pochi passi da Santa Maria Novella: "Se abbiamo così tanta paura - ha commentato - perché non giochiamo a porte chiuse? Ma che messaggio diamo a tutti coloro che vengono a Firenze per vedere Firenze e non per una partita di calcio?".

Sui divieti: "E' inaccettabile che si pretenda la chiusura dei locali mettendo in difficoltà chi deve arrivare alla fine del mese e pagare i propri dipendenti. I modi di approvvigionarsi di bevande esistono comunque: dagli abusivi che girano con auto e moto piene di alcolici, fino agli abusivi di strada. Chi vuole bere sa come fare".

Dopo Roma sembra che i tifosi ospiti non siano mai entrati in un centro storico: "Ma certo.. è accaduto tante volte. Chi è preposto al controllo degli ingressi ha valutato tante volte il livello alcolico dei tifosi: ci troviamo accanto alla Stazione centrale ed è capitato che venissero da noi. Li abbiamo tenuti d'occhio, hanno bevuto, ballato e poi sono andati via". 

Tifosi o teppisti? "Questione di educazione. Dovreste vedere quello che vediamo noi ogni giorno: ragazzi stranieri che arrivano a Firenze per studiare e che le prime volte che vengono  con cortesia chiedono se possono spostarsi con il bicchiere in mano. Bastano pochi mesi e li trovi fuori che rispondono male ai poliziotti. Semplicemente capiscono come funziona in Italia, è questo il problema".

Punizioni. "Con questi divieti, con la richiesta ai commercianti di chiudere ed ai cittadini di spostarsi puniscono Firenze e non il tifo violento. In un clima come questo abbiamo bisogno di uno Stadio più grande, e cosa facciamo se di tifosi ne arrivano 20 o 30mila, abbandoniamo Novoli e ci trasferiamo tutti a Monte Morello?".

Il tifo violento, un evergreen in Italia. Non conosce periodo e non conosce moda o stagione, ha però la straordinaria capacità di riproporsi nel tempo quale argomento di "prioritaria importanza". E' oggi il giorno, è questo il tempo, ancora una volta.

 Allarmi, divieti e coprifuoco. Per l'arrivo di 2500 tifosi esiste una potenziale situazione di rischio per l’ordine e la sicurezza pubblica connessa al consumo di bevande alcoliche ed alla prevedibile dispersione di un elevato numero di contenitori di vetro e, soprattutto, all’uso degli stessi come corpi contundenti o armi improprie. Da qui l'ordinanza:

1. è anticipata alle ore 24 dei giorni mercoledì 25 e giovedì 26 febbraio la chiusura di tutti gli esercizi autorizzati alla somministrazione e vendita di bevande da asporto,ubicati in tutto il Centro Storico della città di Firenze nell’area delimitata dai viali di circonvallazione e dalla cerchia delle mura, a destra e sinistra del fiume Arno;

2. è anticipata alle ore 24 del giorno 26 febbraio la chiusura di tutti gli esercizi ubicati in zona Stadio, autorizzati alla somministrazione e vendita di bevande da asporto; nell’area delimitata da Piazza delle Cure - Viale dei Mille - Via Pacinotti - Via del Pratellino - Via Del Campo D'Arrigo - Viale De Amicis - Viale Lungo l'Africo - piazza Alberti - Viale Ojetti -Viale Righi - Viale Volta;

3. dalle ore 14.00 del 25 febbraio alle ore 24.00, orario di chiusura anticipato di cui al punto 1), è comunque vietata la vendita per asporto in forma fissa ed ambulante di bevande alcoliche di qualunque gradazione e di ogni altra bevanda in contenitori di vetro e/o lattine in tutti gli esercizi pubblici e di vicinato ubicati nel Centro Storico della città di Firenze, nell’area delimitata dai viali di circonvallazione e dalla cerchia delle mura, a destra e sinistra del fiume Arno;

4. dalle ore 14.00 del 26 febbraio alle ore 24.00, orario di chiusura anticipato di cui al punto 1), è comunque vietata la somministrazione di bevande alcoliche di qualunque gradazione e la vendita per asporto in forma fissa ed ambulante di bevande alcoliche di qualunque gradazione e di ogni altra bevanda in contenitori di vetro e/o lattine, all’esterno dello Stadio A. Franchi nell’area delimitata da Piazza delle Cure - Viale dei Mille - Via Pacinotti - Via del Pratellino - Via Del Campo D'Arrigo - Viale De Amicis - Viale Lungo l'Africo - piazza Alberti - Viale Ojetti -Viale Righi - Viale Volta;

5. dalle ore 14.00 alle ore 18.00 del 26 febbraio, è vietata la somministrazione di bevande alcoliche di qualunque gradazione e la vendita per asporto in forma fissa ed ambulante di bevande alcoliche di qualunque gradazione e di ogni altra bevanda in contenitori di vetro e/o lattine, per tutti gli esercizi che si affacciano su Piazza Stazione e su Piazza S. Maria Novella e zone immediatamente limitrofe;

6. dalle ore 14 di mercoledì 25 alle ore 04 di venerdì 27 è comunque vietato detenere confezioni di bevande alcoliche che, in relazione alla quantità, risultino evidentemente non destinate al mero uso/consumo personale, nonché il consumo sulla pubblica via di bevande alcoliche nel Centro Storico della città di Firenze, nell’area delimitata dai viali di circonvallazione e dalla cerchia delle mura, a destra e sinistra del fiume Arno ed in zona Stadio, come sopra individuata.

La mobilità ha definito ulteriori provvedimenti nella zona intorno alla stadio che andranno ad aggiungersi ai divieti previsti per gli incontri all'Artemio Franchi.

I divieti di sosta, che normalmente scattano otto ore prima del fischio d’inizio, entreranno in vigore nove ore prima (dalle 10). Inoltre si allarga l’area interessata dai divieti di transito: oltre alla consueta chiusura dei viali Paoli, Nervi e Malta davanti alla parte monumentale dello stadio prevista a partire dalle 11, dalle 14 saranno chiusi anche viale Fanti (nei tratti viale Malta-viale Cialdini e viale Cialdini-via Amari, incroci esclusi) e viale Cialdini.

Municipale: 50-60 agenti per garantire il rispetto dei provvedimenti di circolazione predisposti nella zona dello stadio. I vigili saranno in servizio fin da mattino e il loro numero in strada aumenterà progressivamente con l'entrata in vigore dei divieti per raggiungere il massimo nelle fasce orarie immediatamente prima e dopo la partita.

Vince lo sport?

Redazione Nove da Firenze