Fiorentina-Spezia vale già mezza salvezza

CONFERENZA STAMPA: Cesare Prandelli verso Fiorentina-Spezia

Venerdì 19 febbraio, ore 18,30 al Franchi. Prandelli, che dubbi a centrocampo


Fiorentina-Spezia, per la giornata 23 della Serie A (domani 19 febbraio ore 18,30 al Franchi), vale mezza salvezza. In caso di vittoria i viola si porterebbero a 25 punti, supererebbero i rivali (24 punti) e avrebbero il vantaggio negli scontri diretti perché all'andata finì in pareggio.

Il tecnico viola Cesare Prandelli ha parlato poco fa in conferenza stampa.

CIUFFI – Sono 8 anni oggi che ci manca Mario Ciuffi, avevamo un rapporto bellissimo. Un tifoso e un personaggio speciale, che con le sue ‘frustate’ in televisione ci faceva divertire e riflettere sulla Fiorentina. Ha frustato anche me…e anche un rito la domenica prima delle partite, una telefonata dove non si parlava della gara ma ci portava bene.

SPEZIA – E’ una squadra che gioca molto bene, per merito del suo allenatore Italiano. Ha battuto il Milan ed ha idee di gioco. Sanno cosa fare in ogni zona del campo con il coraggio di una neopromossa che va ad affrontare tutti a viso aperto. Su Italiano ricordo che quando sono arrivato a Verona lui era un ragazzino ma gli ho dato la maglia da titolare dopo poco. Da allenatore denota la capacità di anticipare le situazioni da un punto di vista tattico. Lui era un calciatore costruttore ‘dinamico’.

KOKORIN – Con lui abbiamo iniziato da subito a fare un lavoro di preparazione. Non ha una grande condizione e con l’Inter ha avuto un piccolo problema e l’ho portato a Genova solo per farlo stare in gruppo. Ora sta lavorando, domani lo porto in panchina non so se potrò utilizzarlo.

VLAHOVIC – Con lui cerchiamo di migliorare i dettagli. Lavoriamo perché sia più utile anche alla squadra con le sue giocate.

KOUAME – E’ un giocatore generoso che deve trovare magari più spazi dietro alle difese avversarie.

DIFESA – Tutti commettono errori, non c'entrano i singoli. Pezzella sta lavorando in maniera molto particolareggiata per migliorare. Lui è un riferimento assoluto.

FORMAZIONE – In molti meritano di giocare, non ho ancora deciso. Il ritorno di Amrabat? E’ un giocatore con caratteristiche di grinta e aggressività importanti. Pulgar? Sto valutando se potrà giocare insieme ad Amrabat. Sono contento che abbia disputato una buona partita a Genova. Ha subito il contraccolpo dopo il Covid e adesso sta tornando sui suoi livelli. E’ un ottimo giocatore.

MARTINEZ QUARTA – Abbiamo una base importante con lui. E’ un giocatore che sa difendere ma anche costruire. Sa leggere le situazioni in partita ma soprattutto da quando è arrivato fa degli allenamenti di grande qualità e intensità e questo si vede in partita poi.

Arbitra Calvarese di Teramo, fischietto esperto che non porta particolarmente bene ai viola. Al Var Giacomelli.

Redazione Nove da Firenze