Fiona May e Luisa Cattaneo corrono la Maratona di New York

Venerdì 24 gennaio 2020 –ore 21– al Teatro delle Arti lo spettacolo di Edoardo Erba diretto da Andrea Bruno Savelli


Da una parte la leader, nella corsa così come nella vita, donna determinata, sicura e invincibile. Dall'altra la sua amica, più insicura, impaurita, fortemente legata a un passato dal quale non riesce a separarsi. Tra i testi teatrali contemporanei più rappresentati al mondo, “Maratona di New York” di Edoardo Erba approda 24 gennaio al Teatro delle Arti di Lastra a Signa (ore 21), in una nuova versione a firma del regista Andrea Bruno Savelli.

In scena una coppia d’eccezione: la ex campionessa mondiale di salto in lungo, Fiona May, al suo esordio teatrale, e l’attrice Luisa Cattaneo, già protagonista in molti spettacoli di Stefano Massini e più volte al fianco di Ottavia Piccolo, Lucilla Morlacchi, Franca Valeri, Gigi Proietti.

“Maratona di New York” è anche una sfida fisica (oltre che verbale) per gli attori, impegnati a correre per l’intera durata della pièce. Un’affannata corsa fisica ed emotiva nei meandri delle loro esistenze. Un percorso immaginario che, tra ostacoli, fatica, sudore, ricordi, memoria, tempo e spazio sospesi, celebra sentimenti autentici e suggella la storia di un’amicizia sincera e fraterna. Fiona May e Luisa Cattaneo sviluppano una vera e propria rincorsa che cresce insieme all’aumentare dei battiti del loro cuore, accompagnandoci lungo il percorso narrativo col battere delle loro suole.

Biglietti 15/13/8 euro, riduzioni per per over 65, under 26, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso. Prevendite online su www.ticketone.it e nei punti vendita Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita, compresa la Coop di Lastra a Signa. Per chi lo desidera, la sera dello spettacolo dalle 19.45, c’è l’aperitivo teatrale, con buffet e drink 6 euro (prenotazione consigliata entro il giorno precedente lo spettacolo - 055 8720058 - 331 9002510 teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.com). Come di consueto, è disponibile su prenotazione un servizio navetta che collega il teatro al capolinea Villa Costanza della tramvia.

Redazione Nove da Firenze