Rubrica — In cucina

Festa di primavera con baccelli e pecorino, al Parco delle Cascine

Al Mercato Campagna Amica di Firenze alle Cascine, sabato 13 aprile nel Piazzale del Re


La “fava delle Cascine”, censita al n.213 dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Regione Toscana, è una varietà molto produttiva, con una produzione anche di 15 baccelli a pianta. Prevalentemente si semina in autunno ed è una varietà molto resistente ai geli invernali. La produzione inizia ad aprile e non subisce alcun attacco parassitario. Sabato prossimo 13 aprile i fiorentini potranno apprezzarne tutto il gusto, nel classico abbinamento con il Pecorino Toscano, al Mercato di Campagna Amica di Coldiretti che si svolge settimanalmente nel Piazzale del Re dalle 8.00 alle 13.00

L’arrivo della primavera – sottolinea la Coldiretti - porta con sé un’impaziente voglia di colori e profumi, soprattutto in cucina dove si rivedono le abitudini alimentari e si preparano ricette ricche di sapori, vitamine sali minerali e fibre con la nuova offerta di stagione.

Per ottimizzare la spesa e non cadere negli inganni il consiglio della Coldiretti è quello di verificare l’origine nazionale, acquistare prodotti locali che non devono subire grandi spostamenti, comprare direttamente dagli agricoltori e non cercare per forza la frutta o la verdura perfetta perché piccoli problemi estetici non alterano le qualità organolettiche e nutrizionali, i cosiddetti brutti ma buoni.

Nelle scelte dei consumatori grande rilievo viene dato alla freschezza del prodotto e al luogo di acquisto con una tendenza a privilegiare la spesa dal produttore. Anche perché – continua la Coldiretti – la verdura comperata direttamente dal contadino può arrivare a durare fino ad una settimana in più non dovendo affrontare lunghe distanze per il trasporto prima di arrivare nel punto di vendita.

Ecco quindi la proposta Coldiretti con il Mercato Campagna Amica di Firenze che sabato prossimo accoglierà i cittadini con una degustazione di Pecorino e Baccelli tutti rigorosamente “Made in”. Un modo per sostenere anche i pastori della nostra regione alle prese con la crisi del comparto e con la spada di Damocle degli attacchi dei lupi.

Con l’occasione sarà possibile anche sottoscrivere “EatORIGINal - Unmask your food” l’iniziativa Europea dei Cittadini promossa a Bruxelles da Coldiretti, insieme ad altre nove organizzazioni, per estendere l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti.

Redazione Nove da Firenze