‘Falso mimo’ denunciato dalla Polizia municipale per atti osceni in luogo pubblico e travisamento

Intervento effettuato nel primo pomeriggio sul Ponte Vecchio. Mozione al Q.1 per affrontare con decisione il fenomeno. Pieraccioni, Delfino e Cellai (Forza Italia): "Il PD si astiene nascondendosi dietro retorica buonista. Atto approvato con soli 4 voti, i 5 Stelle che tanto strepitano sui social non votano"


‘Falso mimo’ denunciato dalla Polizia municipale per atti osceni in luogo pubblico e travisamento: è avvenuto oggi pomeriggio, intorno alle 14.30, sul Ponte Vecchio. Gli agenti della pattuglia della zona centrale hanno fermato un ‘falso mimo’, una 24enne di nazionalità romena con il volto truccato di bianco in modo da renderlo irriconoscibile. La ragazza è stato vista dagli agenti mentre si alzava la gonna davanti a numerosi turisti, facendo vedere le parti intime. Gli agenti della Polizia municipale si sono subito avvicinati alla donna e l’hanno condotta negli uffici di via delle Terme per l’identificazione. Dai controlli è risultata una senza fissa dimora nota alle forze dell’ordine. Per lei è scattata una denuncia per atti osceni in luogo pubblico e per travisamento.

"A quanto pare, solo Forza Italia vuole affrontare e risolvere la piaga dei falsi mimi, che da anni scorrazzano coi volti travisati per piazze e strade del centro storico derubando e disturbando in ogni modo i turisti. La riprova è arrivata giovedì sera sera, quando al Consiglio di Quartiere 1 la nostra mozione che chiede all'amministrazione di rivolgersi alle autorità competenti perché il fenomeno venga debellato una volta per tutte è stata approvata sì, ma con soli 4 voti, col PD che si è astenuto dopo aver fatto ogni tipo di eccezione sul linguaggio usato nell'atto e i 5 Stelle che non hanno votato, nonostante poi sui social si scaglino contro il PD al governo della città per denunciare la cosa". Questa la dichiarazione della consigliera al Q1 per Forza Italia Roberta Pieraccioni insieme al capogruppo al Consiglio di Quartiere Alessandro Delfino e il capogruppo a Palazzo Vecchio Jacopo Cellai. "Questua molesta e scippi vanno fermati: è sotto gli occhi di tutti che queste persone, che abbiamo definito nella mozione 'losche figure' perché non sapremmo come altro definirle, causano ogni giorno problemi quando non commettono il reato di furto – aggiungono Pieraccioni, Delfino e Cellai –. La mozione che adesso arriverà in Consiglio comunale questo chiede, e continueremo a fare di tutto perché venga attuata, con buona pace della retorica buonista PD e dell'incomprensibile atteggiamento 5 Stelle. Un plauso particolare, infine, va ai consiglieri di Liberi e Uguali che hanno votato contro; a quanto pare per loro i falsi mimi devono continuare a far parte dell'offerta turistica a Firenze". 

Redazione Nove da Firenze