Emergenza Coronavirus, 6 proposte di Forza Italia Firenze

Cellai: "Interventi mirati ad aiutare la mobilità delle persone che hanno necessità di spostarsi per lavoro o per prendersi cura dei propri familiari, e di misure di aiuto alle imprese e ai cittadini messi a dura prova dalle conseguenze economiche di questa gravissima crisi"


Forza Italia Firenze è al lavoro per individuare soluzioni ai molti problemi causati alla cittadinanza dall’emergenza coronavirus. Per questo oggi il capogruppo a Palazzo Vecchio e coordinatore cittadino del partito Jacopo Cellai ha presentato 6 proposte.

“Si tratta di interventi mirati ad aiutare la mobilità delle persone che hanno necessità di spostarsi per lavoro o per prendersi cura dei propri familiari, e di misure di aiuto alle imprese e ai cittadini messi a dura prova dalle conseguenze economiche di questa gravissima crisi”, ha notato Cellai.

Di seguito, le proposte del partito azzurro

1) apertura ztl tutti i giorni di una fascia oraria 12- 14 per coloro che hanno familiari residenti in ztl attraverso procedure di lista bianca da predisporre on line e termine ztl ore 18 da lunedì a venerdì.

2) Estensione utilizzo abbonamento mensile tramvia/ataf del mese di marzo sino al termine del mese di aprile.

3) esonero pagamento o rimborso in caso di pagamento già effettuato di asili, mense, servizi pre/post scuola e trasporto scolastico per il periodo di chiusura delle attività didattiche imposte da provvedimenti di legge.

4) diminuzione aliquota Imu per il 2021 al proprietario di immobile che diminuisce entro i tempi stabiliti dal Comune il canone di affitto per le attività commerciali per almeno un anno dalla data di stipula dell'accordo.

5) Ricalcolo dell'importo complessivo Tari 2020 per le attività commerciali sulla base della minore produzione di rifiuti nei giorni di chiusura parziale o totale delle attività imposte da provvedimenti di legge e del minore afflusso di clientela previsto per l'intero 2020. Posticipazione prima rata Tari attività commerciali dal 3 0.04. 2020 al settembre 2020, posticipazione della seconda rata al dicembre 2020 e posticipazione di quella di saldo ad aprile 2021.

6) Ricalcolo dell'importo complessivo Cosap 2020 per le attività che pagano il suolo pubblico a fini commerciali sulla base dei giorni di parziale o totale inutilizzo della concessione a seguito di provvedimenti di legge e del minore afflusso di clientela previsto per l'intero 2020. Posticipazione della prima rata Cosap per le suddette attività dal 30.06.2020 al settembre 2020, posticipazione della seconda rata entro dicembre 2020 e posticipazione della rata a saldo a marzo 2021.

Redazione Nove da Firenze