“Elisir d’amore: l’Archivio mai visto” giovedì 7 febbraio

Fondazione Zeffirelli

Visita esclusiva alla Fondazione Zeffirelli con il patrimonio di appunti e ricordi lasciati alla città di Firenze dal Maestro


Primo appuntamento del 2019 con Archivio mai visto, l’appuntamento con il patrimonio di appunti e ricordi che il Maestro Zeffirelli ha donato a Firenze e che si apre per scoprire i segreti del suo straordinario lavoro. Giovedì 7 febbraio, alle 17.30 (ritrovo ore 17.15 davanti la biglietteria) è in programma Archivio mai visto, la visita esclusiva all’archivio personale del Maestro alla scoperta dei materiali inediti, dei bozzetti e degli schizzi che Franco Zeffirelli ha prodotto per la realizzazione delle messe in scena dell’opera buffa di Donizetti, l’Elisir d'amore.

Durante la sua carriera, Zeffirelli si è occupato due volte dell’Elisir d’amore, prestando la sua arte a quel raffinato intreccio, comico e sentimentale. Il percorso è a cura di Maria Alberti, storica dello spettacolo e della scenografia. I visitatori saranno condotti nelle sale del Museo Zeffirelli dedicate all’opera e avranno l’esclusiva opportunità di visitare la biblioteca e l’archivio personali del Maestro: qui conosceranno da vicino i materiali usati da Zeffirelli per il suo lavoro, i libri consultati, i documenti con le annotazioni, gli schizzi autografi e i bozzetti preliminari delle produzioni del ’54 e del ’61.

La partecipazione alla visita costa 10 euro e la prenotazione all’evento è obbligatoria; si può scrivere all’indirizzo ticket@fondazionefrancozeffirelli.com oppure si può telefonare (dalle 10 alle 17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435.

Redazione Nove da Firenze