ELF CIV: Pirro ad un passo dal titolo in SBK

Vittoria del pilota Ducati Barni Racing al Mugello Circuit. SS300: gara1 va a Brianti, sul podio Edwards e Bertè. Pirelli National Trophy: Lanzi vince la quinta gara della 1000 al Mugello, in 600 pole di Magnoni. Premoto3 Gara1: in volata la spunta Cangelosi. SS600: Stirpe, Gabellini e Ottaviani sul podio. Moto3 del 5° round a Kofler. Le gare proseguono domani


Arrivi in volata e un titolo Superbike quasi assegnato. Il sabato del 5° Round ELF CIV al Mugello ha regalato emozioni, a cominciare dalla SBK, con Michele Pirro a un passo dal titolo nonostante l'inseguimento di Lorenzo Savadori. Il pilota della Ducati Barni Racing ha trionfato al Mugello, in una gara che ha visto condurre in testa sull'Aprilia Nuova M2 Racing per parecchi giri, per poi arrendersi al ritorno del tester Ducati, che grazie alla 7^ vittoria accorcia le distanze in classifica, che vede Pirro in con 215, Savadori a 148 e Cavalieri a 102, anche oggi sul podio con la Ducati del Team Motocorsa.

Divetimento assicurato, come di consueto, si potrebbe dire nell’ELF CIV, ospite sabato 21 e domenica 22 settembre all'Autodromo Internazionale del Mugello.  Questa tappa, che si articola in due giornate, è un ricco week end di gara per il pubblico di appassionati, giovani e famiglia. Alcuni biglietti di ingresso consentono di vedere l'affascinante paddock, o affacciarsi sui box dei team, osservare le moto dal vivo e dietro le quinte con i meccanici a lavoro. Il Campionato italiano velocità, sta vivendo una fase di rilancio, su questo circuito, come su tutti quelli compresi nella stagione di gare, non solo per l’emozione che trasmettono le tecniche di guida dei piloti professionisti, ma anche per le garanzie di correttezza della competizione che garantisce il laboratorio mobile dei controlli e le analisi delle benzine Elf da competizione. Un elemento inedito che la Federazione italiana ha introdotto da quest’anno al CIV, grazie alla fornitura esclusiva, da parte del gruppo Total Italia, di un carburante degno della F1.

Finale rocambolesco in Moto3, con la gara interrotta a due giri dalla fine per bandiera rossa esposta a causa di una caduta che ha visto coinvolti diversi piloti. La classifica finale è stata aggiornata al giro precedente all’esposizione della rossa. Successivamente la classifica è stata nuovamente rivista in quanto i piloti Bartolini, Taccini, Surra, Fusco e Zannoni sono stati squalificati perché non rientrati in pit lane con il proprio mezzo con il motore in moto oppure a spinta entro 5 minuti dall’esposizione della rossa. La classifica finale di gara1 Moto3 del 5° Round ELF CIV vede quindi Kofler (Team M&M KTM) primo seguito da Vejer (Speed Up Junior Team) con Kelso (Team Leopard Junior Italia Honda) terzo. La classifica di campionato recita Spinelli (6° in gara) in vetta con 144 p. seguito da Zannoni a 121 p. con Surra a 114

Duello d’altri tempi in SS600. Testa a testa emozionante che ha visto Davide Stirpe e Lorenzo Gabellini contendersi la vittoria fino all’ultimo centimetro. Alla fine è stata la tenacia del pilota MV Agusta Extreme Racing Bardhal a trionfare sul rivale per soli 19 millesimi, con Stirpe che dopo la pole torna quindi alla vittoria, dimostrando di essere in un buon momento di forma. Gran rimonta di Lorenzo Gabellini (Yamaha Gomma Racing), che scattando dall’ottava casella ha messo in mostra una notevole progressione. Terzo posto per Luca Ottaviani (SGM Tecnic Marinelli Team Yamaha) con Roccoli (Team Rosso e Nero Yamaha) in quarta posizione. In classifica generale Gabellini è primo con 174 p. davanti a Roccoli con 139 p. e Manfredi a 127 p. assente al Mugello perché impegnato al Mondiale Endurance.

Volata a 6 in Premoto3, dove alla fine a spuntarla è stato Davide Cangelosi. Il pilota M&M è riuscito ad avere la meglio su Filippo Farioli, che aveva condotto in testa buona parte della gara, con l’alfiere Pasini Racing Team RMU in seconda posizione e Manuel Margarito (Phantom) a chiudere il podio. A pochissima distanza hanno chiuso il Campione in carica Filippo Bianchi (POS Corse Brevo) con Jacopo Hosciuc (Academy GP Racetech) quinto. In classifica di campionato Lunetta (12° in gara) è in vetta con 162 p. davanti a Farioli (137 p.) con Bianchi terzo a 134 p.

Anche la SS300 è stata in pieno stile “Mugello”, con una volata di gruppo nella quale a dare il giusto strappo finale è stato Thomas Brianti. Il pilota Kawasaki Prodina Ircos ha trionfato davanti all’alfiere ParkinGo Kawasaki, l’australiano Tom Edwards, con Matteo Bertè (Yamaha PROGP) a chiudere il podio. In classifica generale Rovelli (6° in gara) è leader con 124,5 p. su Brianti 121 p. con Vocino (4° in gara) a 106 p.

Lorenzo Lanzi ancora una volta questo pomeriggio ha dominando la quinta gara del Pirelli National Trophy 1000 Superbike sulla pista del Mugello. Scattato dalla pole position Lorenzo non ha dato scampo ai propri avversari ed è andato a vincere con oltre 4 secondi di vantaggio proprio sui due piloti che si stanno contendendo il campionato, vale a dire Eddi La Marra e Fabrizio Perotti che hanno chiuso rispettivamente al secondo ed al terzo posto, divisi da circa tre secondi a favore di Eddy che ora comanda la classifica generale con 108 punti, 20 in più di Perotti. Quarta posizione in gara per Agatino Sgroi, che ha preceduto Remo Castellarin, che è finalmente tornato nelle posizioni alte della classifica e che conferma il quinto posto ottenuto nell’ultima gara di Misano. In sesta posizione troviamo il danese Alex Schacht su Ducati, che precede un’altra V4, quella di Ivan Goi che ha lottato a lungo per la quinta posizione. Flavio Ferroni ha chiuso ottavo precedendo la new entry Denni Schiavoni e Francesco Cocco, che completa la top ten di questa prima gara del Mugello. Gara sfortunata per Michel Fabrizio costretto al ritiro nel corso del settimo giro.
Nella gara che domani si disputerà sulla stessa pista, la sesta del Pirelli National Trophy 1000 SBK, si rinnoverà il duello per il titolo tra La Marra e Perotti, ma così come oggi il favorito per la vittoria in gara sarà Lorenzo Lanzi che punta al triplete: pole position, gara1 e gara2.

La classe 600 Supersport ha disputato invece la seconda e decisiva sessione di qualifiche ed ancora una volta la pole position è andata a Michele Magnoni. Non pago di aver conquistato il titolo con due gare di anticipo, Michele oggi ha fatto segnare il crono di 1’55”061 precedendo di quasi sette decimi Tommaso Lorenzetti che si conferma come l’avversario più temibile per Magnoni, e lo segue anche in seconda posizione nella classifica del campionato. Terzo posto e prima fila per il debuttante Alfonso Coppola, che era stato il più veloce nelle libere. Nella gara di domani la seconda fila sarà aperta da Yuri Menchetti, che oggi ha preceduto Alessandro Traversaro e Paolo Grassia. Terza fila per Roberto Farinelli, Emanuele Pusceddu e Davide Bonfanti. Magnoni si è quindi aggiudicato il casco messo in palio da Marushin Helmets, sponsor della pole position di entrambe le categorie del Pirelli National Trophy. Domani alle ore 11,40 prenderà il via la sesta gara della classe 600 Supersport e a seguire si disputerà la seconda gara della classe 1000 Superbike, entrambe sulla distanza di dieci giri.

Non sono mancati gli eventi di contorno al 5° round ELF CIV, a cominciare dalla presentazione in mattinata della decima edizione della Ride for life, organizzata dall’Associazione Riders4Riders Onlus. L’evento benefico si terrà il 23 e 24 novembre 2019 presso l’Arena Cross di Carpi. Il programma delle due giornate prevederà gare di cross, pitbike ed e-bike con i campioni delle due ruote oltre ad una ricca pesca a premi e alla lotteria. Sabato 23 novembre, dopo la consueta conferenza sulla sicurezza, si terrà la cena con i campioni il cui ricavato sarà interamente devoluto in beneficenza ai piloti infortunati e alla ricerca. Manifestazione, quella di Ride for life, alla quale si lega anche l’iniziativa nata da Airoh e FMI, consistente nel mettere all’asta in un evento organizzato direttamente da R4R, un esemplare del nuovo GP550 S prodotto dall’azienda bergamasca con la particolarità di avere grafica personalizzata pensata e realizzata da DFD Factory Design. Tutto per poi devolvere l’intero ricavato alla stessa R4R. Nel paddock ELF CIV spazio poi alla Scuola Federale Velocità, il progetto che permette ai neofiti (6-12 anni) l’avvicinamento al mondo delle due ruote, con un primo giro in minimoto in tutta sicurezza, seguiti dai tecnici FMI tra cui Gianluca Nannelli. Questi gli orari degli appuntamenti, realizzati al Mugellino: domenica 10.30-12.30. Per maggiori info civ.tv. Al sabato come ormai tradizione, non è mancato l’appuntamento con i 50iniVintage, la parata di ciclomotori storici vintage che ha visto tutti i protagonisti ritrovarsi nel paddock ELF CIV per poi fare un giro di pista del Mugello. Domenica invece, tutti i presenti potranno ammirare da vicino moto e piloti con la pit walk in pausa pranzo.

Il 5° round ELF CIV 2019 dal Mugello sarà trasmesso live su facebook sulla pagina AutomotoTV e Campionato Italiano Velocità oltre ad essere visibile in diretta streaming sul sito di AutomotoTV e di Eleven Sports. Repliche su Sky Sport MotoGP HD martedì 24 e mercoledì 25 settembre dalle 20.45 in poi.

Per chi non volesse perdere lo spettacolo dal vivo ecco info su prezzi e riduzioni biglietti:

DOMENICA – Circolare PRATO GRATUITO, TERRAZZA BOX Intero €. 15,00 – Ridotto €. 10,00, DIFFERENZA TRIBUNA CENTRALE €. 5,00
RIDUZIONI: Under 18, Donne, Tesserati FMI
OMAGGI: Under 14 (purché accompagnati da un adulto), Residenti nel Comune di Scarperia e San Piero.

Nicola Novelli