Draghi: "Difenderemo i pini di piazza della Vittoria, mezzo milione per rovinarla"

Il capogruppo di Fratelli d'Italia: "L’assessore Del Re dia retta ai Comitati e ritiri l’orrendo progetto che prevede l’abbattimento di tutti gli alberi (inclinati e dritti). Daremo battaglia fino all’ultimo”


“Una delle più belle piazza della città rischia di essere sciupata per sempre – sostiene il Capogruppo di Fratelli d'Italia Alessandro Draghi – e l’aspetto ottocentesco sarà completamente stravolto dal progetto annunciato dall’assessore all’ambiente. Continua imperterrita la guerra del Comune alle alberature storiche di Firenze: dopo viale Corsica e lungarno del Tempio, anche piazza della Vittoria è obiettivo dell’ira funesta dei tecnici del verde comunale. Le ragioni dei cittadini e dei comitati a difesa della Piazza, sono “Vox clamantis in deserto” per l’amministrazione che, in varie occasioni, inclusa la partecipata assemblea del teatro del Romito seguita da altri incontri, ha disatteso le sagge richieste per salvaguardare la storicità del luogo, tutelato dall’art. 10 del Codice dei Beni Culturali. I pini e la piazza saranno difesi strenuamente, anche con azioni clamorose, attraverso presidi e picchetti – conclude Draghi di Fratelli d'Italia – e non permetteremo la realizzazione di un progetto, dispendioso e nocivo”.

Redazione Nove da Firenze