Dopo un "Atto di forza" serve continuità

La convincente vittoria di ieri contro il Cannara ha portato entusiasmo nell'ambiente. Passo successivo è proseguire sulla strada intrapresa


SERIE D - GIRONE E — "Atto di forza", pellicola del 1990 con un convincente Arnold Schwarzenegger, è il film che ben si adatta a raccontare il momento dell'Acn Siena. La vittoria, netta e senza fronzoli,  contro il Cannara ha messo in luce una squadra in crescita che ha lanciato un messaggio all'intero campionato.

E non solo per i 4 gol.  Il match di ieri va analizzato nella sua interezza: la contesa non è stata mai praticamente un dubbio con l'inoperoso Narduzzo che non ha corso reali pericoli. Certo i padroni di casa, apparsi in questo scorcio di campionato come gruppo solido e di affidamento, hanno pagato errori non banali. I ragazzi di Gilardino ne hanno approfittato mettendo in mostra cinismo e concretezza. In D, non  è poco, anzi , è tantissimo. 

É come se Guidone e soci avessero ben compreso l'aria che tira quaggiù e si siamo, finalmente, equipaggiati di quella "rabbia agonistica" e di una dose di determinazione che è valore aggiunto imprescindibile dalla C in giù. 

Sullo sfondo, l'essenza stessa dell'ultima domenica prima del Santo Natale. Primo. Bisogna necessariamente dare continuità al percorso intrapreso: questo, fin da subito, a partire dal match di mercoledì.

Secondo. Che bello vedere in campo l'entusiasmo del giovane Mignani. Il "gioiello di famiglia" comincia a splendere: a chi lo osserva brillano gli occhi.

Storia, la sua, nella storia del nuovo Siena rinato dalle ceneri. Pare proprio la favola di Natale. 

La foto è tratta dalla pagina Facebook ufficiale di Acn Siena 

Giuseppe Saponaro