“Coronavirus, un numero verde a difesa della salute di chi lavora”

Palazzo Vecchio, la proposta di Palagi e Bundu (Sinistra Progetto Comune). Mille posti letto per la quarantena: domani le proposte di SPC e Firenze Città Aperta


“In ogni momento – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – è possibile ascoltare in radio o in televisione il medesimo appello: stare a casa. Lo fanno anche le istituzioni, in particolare gli enti locali. Ci sono però migliaia di persone a cui si chiede di mettere a rischio la propria salute e quella delle loro famiglie. Sono i lavoratori e le lavoratrici a cui chiediamo di svolgere i servizi essenziali, come la distribuzione alimentare, i servizi postali, quelli bancari e tante altre attività. Senza dimenticare ovviamente la centralità della quotidiana sofferenza di chi opera all'interno del Servizio Sanitario Nazionale sfregiato da anni di tagli.

Nelle difficili condizioni in cui si trova la classe lavoratrice non viene meno la lotta per la dignità. Lo vediamo con gli scioperi che vengono dichiarati, a tutela di chi lavora, dell'utenza e dei servizi che possono essere garantiti solo se non si ammala chi li garantisce.

Un gesto importante, di attenzione e di impegno, sarebbe, da parte degli enti locali, la creazione di un numero verde dedicato alla sicurezza sui luoghi di lavoro. Un meccanismo veloce e che tutela l'anonimato di chi denuncia, per garantire efficacia ai controlli che prevede la legge. Per tutelare la salute di tutte e di tutti, per contrastare ogni forma di sfruttamento.

Il Comune di Firenze – aggiungono Palagi e Bundu – può e deve, anche attraverso forme di lavoro agile e comunque tutelando chi garantirà l'operatività del nuovo numero verde, creare questo strumento. È una richiesta che depositeremo nelle prossime ore.

Non bastano lo 055 055 e i numeri dedicati all'emergenza COVID-19. Il tema della sicurezza del lavoro è delicato e richiede un'attenzione specifica.

Se proprio la Giunta scegliesse di non ascoltarci chiediamo che venga sostenuta la richiesta avanzata dal gruppo Sì - Toscana a Sinistra in Regione Toscana. Un numero verde, almeno regionale, sarebbe una parziale risposta, anche se siamo convinti – concludono i consiglieri di Sinistra Progetto Comune – che sarebbe bene un servizio di maggiore prossimità”. 

Inoltre, organizzata da Firenze Città Aperta, in collaborazione con il gruppo consiliare di Palazzo Vecchio Sinistra Progetto Comune, si svolgerà.  martedì 31 marzo, alle 11, una conferenza stampa telematica per presentare le proposte per reperire 1.000 posti letto per la quarantena all'interno del nostro Comune.

Si tratta di un piano straordinario di utilizzo della proprietà pubblica e di requisizioni necessarie per la gestione dell'emergenza. Per partecipare basta cliccare al seguente link: https://meet.google.com/rns-rait-gsj

Redazione Nove da Firenze