Coronavirus: annullata anche la mostra sulle malattie rare in S. Apollonia

Si allunga in Toscana la lista degli eventi che saltano per precauzione. Tra questi, il Ballo delle Debuttanti alla Certosa


E’ stato rinviato a data da destinarsi l’evento “Mostra il tuo supporto per le malattie rare”, in programma il prossimo giovedì 27 febbraio, all’Auditorium di Sant’Apollonia di via San Gallo a Firenze, organizzato nell’ambito della Giornata mondiale delle Malattie Rare 2020.

Il programma, articolato in tre sessioni, è dedicato alla condivisione di storie, progetti e risultati conseguiti grazie all’impegno del gruppo di Coordinamento regionale per le malattie rare, dei professionisti della Rete regionale e delle associazioni dei pazienti. L’iniziativa è stata annullata a scopo preventivo per ridurre il possibile rischio di esposizione al Coronavirus e contenere la sua diffusione, nel rispetto delle misure precauzionali, varate a livello ministeriale.

E’ stato annullato anche l’evento di Fondazione ANT Ballo delle Debuttanti che avrebbe dovuto tenersi mercoledì 26 febbraio presso la Certosa di Firenze. La decisione è stata presa da Fondazione ANT in accordo con ACF Fiorentina i cui atleti hanno dovuto interrompere anche il rispettivo campionato di calcio per evidenti motivi di prevenzione. Appena possibile sarà comunicata la nuova data dell’evento.

L’evento nasce con lo scopo di raccogliere fondi per sostenere il servizio di assistenza socio-sanitaria domiciliare oncologica che ANT offre gratuitamente ai malati di tumore e alle loro famiglie e i progetti di prevenzione oncologica sempre gratuiti portati avanti dalla Fondazione a Firenze, Prato e Pistoia. La struttura sanitaria di ANT nella regione Toscana è composta da 9 medici, 1 nutrizionista, 8 infermieri e 5 psicologhe.

Inoltre, il 2° Festival del Potatore della vite in programma il 29 febbraio è stato sospeso e rinviato a data da definirsi. La decisione è stata presa in via precauzionale dagli organizzatori Simonit&Sirch in accordo con l’Azienda San Felice di Castelnuovo Berardenga (Si) presso cui l’evento doveva svolgersi, a seguito dell'emergenza relativa al Coronavirus. Si ritiene necessario ed importante contribuire alle azioni che si stanno portando avanti a livello nazionale per la gestione dell’attuale emergenza.

L'evento di presentazione del libro La morte del poeta. Potere e storia d’Italia in Pier Paolo Pasolini  e previsto per domani 26 febbraio al Museo Novecento è rinviato a data da destinarsi.

Già nei giorni scorsi erano stati annnullati eventi come la cerimonia di premiazione del concorso "Carta di Viareggio" che doveva tenersi oggi, martedì 25 febbraio in Versilia; a Lastra a Signa l’evento presso villa Caruso Bellosguardo “Un Museo rinnovato, la donazione Pituello”; l’evento di presentazione Ruffino Cares. Il bilancio di sostenibilità Ruffino in programma per venerdì 28 febbraio alla Tenuta Poggio Casciano.

Annullamento persino per l'inaugurazione di un negozio, il point Mr. Kelp - Associazione Carmine prevista per domani pomeriggio alle ore 17,30 a Firenze.

Prato – L’Azienda Sanitaria, in via precauzionale ed in linea con le disposizioni Ministeriali e Regionali in tema di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019, ha deciso di rinviare l’iniziativa Info day, aperta a tutti i cittadini, in programma per giovedì 27 nella hall del presidio ospedaliero.

L’Ordinanza Ministeriale n. 3 del 23 febbraio scorso, raccomanda infatti, di limitare, per quanto possibile gli ingressi/varchi agli ospedali anche allo scopo di ridurre l’accesso privo di sorveglianza ed invita a limitare il numero di accompagnatori/visitatori sia per i pazienti ricoverati che per gli utenti ambulatoriali e di Pronto Soccorso adottando soluzioni organizzative per scaglionare gli accessi alle strutture evitando gli affollamenti.

A questo proposito il direttore dell’Ospedale, Daniela Matarrese ricorda che è comunque una buona pratica limitare nelle stanze di degenza la presenza a due visitatori, non creare situazioni di sovraffollamento ma alternarsi nella visita ai congiunti. Altra buona pratica, da seguire sempre quando si accede in ospedale, o prima di accudire un parente è l’utilizzo del gel alcolico nei dispenser presenti all’ingresso delle stanze per il lavaggio delle mani.

Redazione Nove da Firenze