Coronavirus: a Peretola consegna gratis della spesa a casa

Il servizio dei negozi del Ccn. L'assessore Gianassi: “Iniziativa molto importante. Li ringrazio perché ancora una volta dimostrano il valore sociale delle botteghe di vicinato”. Alla Coop presidio per evitare gli affollamenti e annuncio audio ogni 30 minuti. Fly Parking: in omaggio ai clienti mascherina e gel disinfettante


Servizio di consegna gratuita a domicilio per i negozi di vicinato di Peretola. E’ quanto hanno organizzato al Centro Commerciale Naturale "Le Botteghe del Borgo", insieme a Comune, Quartiere e Confesercenti Firenze, che a partire da oggi hanno messo a disposizione questo servizio per la propria clientela. Hanno aderito al servizio, che è possibile prenotare chiamando i numeri indicati nel volantino, un negozio di ottica, uno di abbigliamento, un’enoteca, un negozio di intimo e biancheria per la casa, una macelleria, un ortolano, un forno-alimentari, un bar e una erboristeria. “Un’iniziativa importante – ha detto l’assessore al commercio e alle attività produttive Federico Gianassi – che dimostra ancora una volta l’importanza delle nostre botteghe di vicinato. La consegna gratuita a domicilio va incontro, in questa emergenza, alla necessità di uscire il meno possibile da casa e ai commercianti che così possono continuare a lavorare in questo momento anche di grave difficoltà economica”. “Ringraziamo i commercianti per questa iniziativa – ha detto il presidente del Q5 Cristiano Balli, che ha lavorato a stretto contatto con Andrea Ciulli, presidente della commissione cultura e sviluppo economico del Q5 – e ci auguriamo che siano molti a usufruire del servizio gratuito, che è possibile attivare chiamando i numeri di telefono riportati nel volantino allegato”. Il presidente di Confesercenti Firenze Santino Cannamela ha aggiunto: “Un bel progetto che abbiamo condiviso subito. Adesso, partendo da Peretola, stiamo lavorando già da oggi per estenderlo rapidamente a tutti i 40 centri commerciali della città”.

LA COOP: "EVITARE AFFOLLAMENTI"

In applicazione delle misure raccomandate per il contrasto della diffusione del virus COVID-19, da attuarsi presso gli esercizi commerciali, quali sono i punti vendita della Cooperativa, Unicoop Firenze da oggi 9 marzo, a seguito del recente DPCM 08.03.2020, si attiva con nuove disposizioni e strumenti idonei ad evitare assembramenti di persone. Una nota della Coop stessa spiega tutto.

"La consapevolezza che svolgiamo un servizio di pubblica utilità ci impone di operare con determinazione per garantire il massimo di assistenza e del servizio ai consumatori, invitandoli a seguire con attenzione e rigore le direttive relative alle distanze e alle misure volte a non determinare inutili assembramenti nell’area di vendita.

A questo proposito la Cooperativa ha elaborato un annuncio audio che ogni 30 minuti reciterà: “Nell’interesse della salute di tutti i nostri Soci, clienti e lavoratori, invitiamo la nostra gentile clientela a evitare affollamenti, con particolare attenzione ai banchi assistiti, alle casse e ai reparti più frequentati, mantenendo la distanza di almeno un metro dalle altre persone. È un gesto di prevenzione e di attenzione reciproca”.

Per quanto riguarda gli accessi, la Cooperativa organizza un presidio, sia all’ingresso dei punti vendita, sia al loro interno, volto ad evitare gli affollamenti, con addetti dedicati a valutare le situazioni e indicare a soci e clienti le corrette pratiche da tenere (distanza interpersonale di almeno un metro). Nei momenti di maggior afflusso, se necessario, potrà essere favorito il rallentamento degli accessi fermando temporaneamente l’accesso all’area di vendita.

Per quello che riguarda la comunicazione, la Cooperativa si è già attivata dal 6 marzo 2020 con la fornitura di cartelli e totem per la barriera casse, i box informazioni, i punti ristoro e i banchi farmacia.

Dal 9 marzo la Cooperativa ha predisposto una nuova e ancora più incisiva cartellonistica in ingresso, in barriera casse e box, nel reparto ortofrutta, nei banchi assistiti e nelle aree ristoro, per ricordare le disposizioni di legge rispetto alla distanza interpersonale. Nel dettaglio la Cooperativa ha previsto comunicazioni all’ingresso che sollecitano soci e clienti a mantenere le distanze di sicurezza di un metro, evitando affollamenti. All’interno del punto vendita in prossimità di casse tradizionali, veloci e salvatempo e al box accoglienza, ci sarà una segnaletica orizzontale per indicare dove attendere il proprio turno. Sono inoltre previsti totem alle casse e cartellonistica in ortofrutta, sul distributore di sacchetti e guanti, davanti ai banchi assistiti e nei ristori".

FLYPARKING FIRENZE. Mascherina e disinfettante per mani in omaggio ai propri clienti. E’ l’iniziativa del Flyparking Firenze il parcheggio custodito che si trova a pochi metri dall’aeroporto A. Vespucci. “In questi giorni di emergenza per il Coronavirus – spiega il titolare dell’attività, Maurizio Privitera - abbiamo deciso di donare gratuitamente ai nostri clienti mascherine e gel igienizzante per le mani. Un’azione concreta per diffondere maggiore serenità a chi si trova in viaggio e, allo stesso tempo, dare un piccolo contributo per prevenire il diffondersi di questo virus. Come ormai purtroppo sappiamo bene si può fare prevenzione prestando molta attenzione ai piccoli gesti del quotidiano e alla relativa igiene”.
“Con questa iniziativa - prosegue Privitera - vogliamo provare a dare un segnale di ottimismo, in seguito al calo degli affari che si è verificato negli ultime settimane. Da quando è esplosa l’emergenza coronavirus il nostro volume di affari si è ridotto progressivamente fino all’80%. Riceviamo continuamente disdette, ormai viaggiano solo le persone che costrette per necessità. Se le cose non dovessero cambiare, le perdite saranno molto più consistenti. A Firenze ho 4 dipendenti, ma è chiaro che non è possibile resistere a lungo in queste condizioni". Privitera chiede quindi "che lo Stato intervenga a sostegno delle imprese, non solo delle zone 'rosse' colpite dai focolai ma di tutte le aziende italiane che risentono pesantemente delle conseguenze di questa emergenza”.
Non è però l’unica iniziativa lanciata in questi giorni dal Flyparking Firenze. “Nei giorni scorsi – prosegue Privitera - sono iniziati i lavori grazie ai quali doteremo il nostro parcheggio di postazioni per la ricarica delle auto elettriche. In questo modo i nostri clienti, oltre a poter comodamente lasciare la loro macchina in un parcheggio custodito e videosorvegliato 24 ore su 24, potranno anche effettuare il ‘rifornimento’ per le loro auto elettriche. Siamo il primo parcheggio in città a dotarsi di un servizio del genere”.

Redazione Nove da Firenze