Convegno sulla Mobilità: Firenze alternativa alle Grandi Opere

Alta Velocità, Tramvia, Nuovo Aeroporto


I comitati dell'area fiorentina che più si occupano di mobilità hanno organizzato, con l'attiva partecipazione dell'Università di Firenze (DIDA- LAPEI) e della Rete dei Comitati in Difesa del Territorio un convegno per sabato 7 marzo 2015 dove sarà soprattutto presentato "Uno scenario di trasporti alternativo ai progetti infrastrutturali che stanno opprimendo la città e i dintorni:

  • Un aeroporto pericolosamente incastrato tra la città e altre città come Prato e Campi Bisenzio imposto per compiacere gli interessi privati del magnate di turno.
  • Mozziconi di tranvie spesso troppo invasive, dai tracciati che non sono in grado di risolvere i problemi di mobilità della città, spesso parallele a linee ferroviarie già esistenti.
  • Un sottoattraversamento TAV assurdamente inutile, dai costi che stanno volando senza controllo nel silenzio complice di tutte le istituzioni, dai rischi altissimi e con traversie giudiziarie che ne evidenziano tutti i limiti".

Davanti a questo scenario i comitati, la Rete e il dipartimento di urbanistica dell'Università hanno visto convergere le loro analisi e le loro proposte alternative verso alcune caratteristiche comuni:

  • "l'urgenza di un forte sviluppo di trasporto pubblico, soprattutto su rotaia, che parte dal riuso dell'esistente, cioè soprattutto l'attuale rete ferroviaria del nodo fiorentino
  • l'opportunità di sviluppare i collegamenti ferroviari tra Firenze e Pisa con tempi di percorrenza che già adesso potrebbero essere inferiori ai 40 minuti, il che rende inutile e ridicolo un nuovo aeroporto a Peretola
  • la necessità di creare un sistema di mobilità di area più vasta di quanto non si sia fatto fin'ora, con la necessità di creare corridoi di collegamento non solo con il centro di Firenze, ma anche lungo direttrici che soddisfino il bisogno di una mobilità ben più complessa di quanto previsto fin'ora, privilegiando soprattutto la nascita di un trasporto pubblico nella Piana dove attualmente non esiste"

Il convegno ha l'ambizione di dimostrare che "Esiste una progettualità diffusa nei territori, dove gli abitanti sono ben coscienti delle loro necessità e capaci di proporre strumenti per soddisfarle, dimostrando, una volta di più, che chi definisce il mondo della cittadinanza attiva solo come il “popolo del no” o non vuol vedere la realtà o non ne è capace. Questo convegno vuol essere una sfida al mondo politico - allineato dietro la difesa dei megaprogetti utili sono a garantire profitti per le grandi imprese di costruzione e al mondo finanziario che vi si appoggia – perché vengano date risposte adeguate e non solo proclami propagandistici".

I promotori del convegno sono:

  • Coordinamento 20 gennaio
  • Coordinamento comitati contro l'Aeroporto
  • Comitato No Tunnel TAV
  • Rete dei Comitati in Difesa del Territorio
  • Università di Firenze – DIDA – LAPEI

AREA FIORENTINA: DALLE GRANDI OPERE INUTILI ALLA PIANIFICAZIONE DI UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE

Sabato 7 marzo 2015

Sala di Sant'Apollonia via San Gallo 25

Ore 10.00 – 13.30

  • Tiziano Cardosi, Comitato No tunnel TAV: Introduzione. Il Passante di Firenze nel quadro delle grandi opere inutili
  • Giorgio Pizziolo, urbanista, UNIFI: Paesaggio metropolitano e vertenze territoriali
  • Ivan Cicconi, presidente I.T.A.C.A.: Privatizzazioni, governance e monopoli; effetti nel sistema dei trasporti
  • Maria Rosa Vittadini, urbanista, IUAV: L'anomalia italiana delle grandi opere inutili e imposte
  • Roberto Budini Gattai, urbanista, UNIFI: Elementi portanti del rapporto territorio/mobilità
  • Raniero Casini, Coordinamento 20 Gennaio: Privatizzazioni e nuove linee tranviarie, il caso Firenze.
  • Manlio Marchetta, urbanista, UNIFI: Una ipotesi di rete di trasporti in sede propria nell'area fiorentina
  • Paolo Lombardi, Coordinamento dei Comitati contro l'aeroporto: Un pachiderma su Firenze e sul sistema dei trasporti, il nuovo aeroporto di Firenze contro l’integrazione della rete aeroportuale

13.30 – 14.00 Break con buffet

Ore 14,30 – 16,00

relazioni

  • Vincenzo Abruzzo, ingegnere ferroviario: Possibili sviluppi della rete ferroviaria nella piana e il collegamento con l'aeroporto di Pisa
  • Alberto Ziparo, urbanista, UNIFI: Le politiche dei trasporti nell'area fiorentina: la pianificazione della mobilità invece delle grandi opere inutili
  • Letizia Recchia, architetto e urbanista: Presentazione dello scenario di mobilità sostenibile.

A seguire interventi di

  • Francesco Alberti – urbanista, UNIFI
  • Mauro Chessa – Geologo, Presidente Rete dei Comitati in Difesa del Territorio

16,00

Interventi e domande dal pubblico

Conclude Paolo Berdini, urbanista

Redazione Nove da Firenze