Connettività nelle scuole: 120 domande per i contributi regionali

Il bando è ancora aperto. L’impegno della banca BNP Paribas in prima linea contro gli effetti della pandemia


E’ ancora aperto il bando per il potenziamento della connettività delle scuole, ma già 120 enti hanno presentato domanda e tra questi 57 sono già stati liquidati.

“Dei 2 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Toscana per migliorare la connettività delle scuole – spiega l’assessore regionale alle Infrastrutture digitali Stefano Ciuoffo – oltre 1.155.000 euro sono già stati impegnati sulla base delle richieste che ci sono arrivate. E 399mila euro sono stati già liquidati a beneficio di 60 Comuni. Ma c’è ancora tempo per presentare domanda. Il bando è stato pubblicato lo scorso 24 dicembre e sarà aperto fino al 2 febbraio 2021 salvo esaurimento dei fondi disponibili. E’ possibile chiedere fino a 2000 euro per plesso scolastico, escluse le scuole dell’infanzia, e risorse aggiuntive per l’acquisto di router per chi richiede importi inferiori al contributo massimo. Invito tutti gli enti locali a cogliere questa opportunità, soprattutto ora che la pandemia ha reso evidente a tutti l’importanza strategica del potenziamento delle infrastrutture digitali”. “L’intento – aggiunge Ciuoffo – era quello di permettere agli istituti scolastici e agli studenti di collegarsi meglio alla rete e di garantire quindi una migliore didattica a distanza in periodi di lockdown, anche parziale. Una scelta che la Regione ha deciso di compiere con risorse proprie al fine di rispondere a questa necessità concreta e impellente che andrà a integrarsi con il Piano Scuola previsto dal Governo per la copertura in Banda Ultra Larga di tutti gli istituti scolastici”.

Device per le scuole

La Regione Toscana, tramite l’assessorato regionale all’istruzione, ha inoltre messo a disposizione altri 500.000 euro per l’acquisto di device per studentesse e studenti con maggiori difficoltà di connessione. Il monitoraggio delle necessità è stato portato avanti dall’Ufficio scolastico regionale. Hanno fatto richiesta di fondi per l'acquisto di dispositivi digitali 312 istituzioni scolastiche (su un totale complessivo di 460 interpellate). L’acquisto dei device è stato finanziato dalla Regione con delibera dell’assessora Alessandra Nardini. La distribuzione delle risorse, proporzionale al fabbisogno, è iniziata e proseguirà nelle prossime settimane.

Findomestic Banca, in collaborazione con la Onlus Fare x Bene e in sinergia con il Comune di Firenze, ha donato 40 tablet a 5 istituti superiori della città. L’obiettivo è quello di garantire diritto allo studio ai ragazzi e un concreto supporto ai docenti in un momento di grande utilizzo della didattica a distanza. Gli istituti fiorentini Piero della Francesca, Ottone Rosa, Le Cure, Ghandi e Barsanti hanno potuto beneficiare dell’iniziativa “Adotta uno Scolaro”, realizzata da Fare x Bene insieme al gruppo BNP Paribas del quale fa parte Findomestic. Le due realtà si sono attivate per garantire accesso alla DAD e quindi diritto all’istruzione anche ai ragazzi che non hanno disponibilità di avere device o connettività per seguire le lezioni online. La consegna della seconda parte di dispositivi (una prima donazione era stata già completata la scorsa estate) è avvenuta giovedì alla presenza dell’Assessora a Educazione e Welfare del Comune di Firenze Sara Funaro che ha individuato scuole e situazioni su cui intervenire, di Simona Viscusi, Responsabile Brand e Comunicazione Corporate di Findomestic Banca, che ha colto l’occasione per sottolineare il forte legame della società con Firenze dove è presente da oltre 30 anni, sempre disponibile ad ascoltare i bisogni della comunità, e di Giusy Laganà, Segretario Generale dell'Associazione FARE X BENE, che ha ricordato l'importanza del sostegno delle Istituzioni pubbliche e delle aziende attente alla Responsabilità Sociale d'Impresa, come Findomestic, per il successo di iniziative come queste, volte a garantire il diritto alla formazione, allo studio e l'accesso alla Didattica a Distanza di tutti gli studenti.

Ancora una volta Findomestic Banca scende in campo al fianco della nostra comunità - ha detto l’assessore a Educazione e Welfare Sara Funaro - per aiutare i cittadini più in difficoltà ad affrontare al meglio la pandemia. Grazie a questa nuova donazione arriveranno in cinque scuole superiori della città 40 tablet, utilissimi per coloro che non hanno i device per svolgere la didattica a distanza”. “Il gap tecnologico è una delle questioni che ha reso spesso problematica la dad - ha spiegato Funaro - e questa iniziativa fa in modo che il problema venga risolto per coloro che ne beneficeranno. Firenze è grata al Gruppo BNP Paribas-Findomestic per la grande attenzione che dimostra verso la nostra comunità e per le tante iniziative di solidarietà realizzate fin dall’inizio dell’emergenza Covid, dalla quale si esce, come abbiamo sempre detto, tutti insieme e grazie all’impegno di tutti

Redazione Nove da Firenze