Confindustria Firenze: si lavora alla successione di Salvadori

Monsani (fotodire)

Monsani sarà il reggente e gestirà la fase di transizione elettorale. "Spero che si arrivi al nuovo presidente in una situazione di omogeneità di intenti"


(DIRE) Firenze, 30 set. - "Auspichiamo di arrivare alla designazione di un nuovo presidente in una situazione di omogeneità di intenti e di importanti programmi che possano andare incontro alle esigenze delle aziende". Lo afferma il vicepresidente di Confindustria Firenze, Fabrizio Monsani, che nei prossimi giorni, a seguito della formalizzazione delle dimissioni di Luigi Salvadori dalla presidenza, è destinato a diventare reggente degli industriali della città. Gestirà lui la fase di transizione elettorale. 

Monsani, manager di Thales Italia, si impegna a raccogliere l'eredità di Salvadori che, evidenzia, "ha rimesso Confindustria al centro del territorio, valorizzandola con una focalizzazione ancora più precisa sulle necessità aziendali, sui programmi che potranno portare allo sviluppo delle aziende". 

Centrale nei prossimi mesi sarà l'attenzione dedicata al capitale umano e alla formazione professionale. Un tema che Confindustria intende portare nell'agenda delle prossime elezioni regionali. Del resto, la formazione specialmente per i giovani "è uno dei punti fondamentali", sostiene il presidente Salvadori. Si tratta, aggiunge, "di un punto determinante per il futuro del nostro territorio. Ci deve essere un occhio molto particolare soprattutto per quanto riguarda l'orientamento visto il disallineamento che vediamo fra domanda e offerta di lavoro".

(Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze