Rubrica — L'Amministratore Risponde

Condominio, la paura degli host: condomini contrari all'arrivo di nuovi ospiti

Il fenomeno degli affitti brevi è all'ordine del giorno nel capoluogo toscano ed il quesito rivolto da un lettore affronta un caso specifico che crea ansia tra i condomini


Buongiorno amministratore,

ho acquistato un appartamento con posto auto in un condominio dove vige all'unanimità il divieto di realizzare airbnb e simili.
Il costruttore cedente possiede ancora un appartamento e tre posti auto nel condominio in questione. Negli atti di acquisto abbiamo firmato, un permesso al passaggio nelle zone comuni, per il vecchio proprietario del terreno, che dal transito nel nostro condominio accede a due cantine site in un altro stabile.
Ora, in queste cantine vuole farci due airbnb, vuole comprare i parcheggi rimasti e far transitare i suoi ospiti dai parcheggi del nostro condominio per farli così accedere agli appartamenti.
Come si può impedire? Si può deliberare che i parcheggi siano utilizzati esclusivamente dai proprietari o dai conduttori degli immobili del proprietario del parcheggio, ovviamente con contratti 4+4 e non airbnb?
Si può impedire anche solo il transito a piedi di persone estranee dirette agli appartamenti affittati a turisti? Con una eventuale citazione in tribunale la potremmo spuntare?


Caro condomino,

in riferimento al suo quesito: il proprietario che non ha nel suo contratto di acquisto il diritto di passo può far valere i propri diritti nei confronti del costruttore anche giudizialmente.

Per quanto attiene gli altri condomini: va valutato se il cambio di destinazione delle cantine possa comportare un aggravio di servitù che debba prevedere la riformulazione della servitù stessa o la previsione di un equo indennizzo.
Non è possibile però impedire il transito o impedire che i parcheggi siano vincolati ai detentori di contratti di affitto in regime di 4 anni, più altri 4 rinnovabili.

L'Amministratore Risponde — rubrica a cura di Marco Suisola

Marco Suisola

Marco Suisola — Il dottor Marco Suisola, svolge l’attività di Amministratore di Condominio a livello professionale dal 1999. Laureato presso l'Università di Firenze, è esperto giuridico immobiliare. Associato alla Federazione Nazionale Amministratori fino al 2015, diventa socio fondatore della Confartamministratori. Attualmente nel CdA ricopre il ruolo di Tesoriere. Svolge con regolarità l’aggiornamento professionale previsto per normativa dalla legge 140/201414. Ha la qualifica di Revisore condominiale, Consulente tecnico di ufficio in ambito condominiale ed una formazione in diritto condominiale presso l’Università di Firenze.

E-mail: nove@nove.firenze.it