Condomini: modalità e procedure delle agevolazioni ambientali

Le ultime novità legislativa in materia di ripartizione delle spese energetiche portano rilevanti novità

Marco
Marco Suisola
11 luglio 2020 08:20
Condomini: modalità e procedure delle agevolazioni ambientali

Egr. dottor Suisola,

come fa un amministratore ad avviare per tempo le procedure utili all’ammodernamento dei condomini, prima che sia troppo tardi in relazione alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande?

E' in atto un radicale cambio nella ripartizione per gli edifici condominiali e per quelli polifunzionali, serviti da impianto centralizzato o da teleriscaldamento o da teleraffrescamento. Viene eliminato il riferimento alla Norma Uni 10200, e si propone invece un criterio basato sull'attribuzione ai consumi volontari di almeno il 50% delle spese connesse al consumo di calore per riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda per il consumo domestico.

Le informazioni sulla fatturazione dei consumi devono essere fornite al cliente finale almeno ogni 2 mesi, e devono basarsi sul consumo effettivo oppure sulle letture del contabilizzatore. Il responsabile della fatturazione dei consumi è l'amministratore condominiale (o altro soggetto individuato dagli utenti) e a questi è demandato il compito di garantire agli utenti, nel totale rispetto della sicurezza informatica, la possibilità di ricevere gratuitamente informazioni sui propri consumi energetici e sulle informazioni di fatturazione.

Infine, si impone che tutti i contatori di fornitura, i sottocontatori e i sistemi di contabilizzazione installati dopo il 25 ottobre 2020 siano leggibili da remoto. Comunque, la norma pone come termine ultimo il 1° gennaio 2027, a partire dal quale tutti gli elementi utilizzati per la misurazione dell'energia all'interno del sistema di contabilizzazione dovranno essere dotati di dispositivi che ne consentono la telelettura. 

In evidenza