Condizioni meteo in via di miglioramento

Deboli nevicate questa mattina. Codice arancio per pioggia nella zona Bisenzio-Ombrone pistoiese. Strade libere e percorribili, scuole riaperte anche a Greve. Le piste e gli impianti aperti sull'Appennino


Dal pomeriggio di venerdì 1 a sabato 2 febbraio. Codice giallo sul resto del territorio metropolitano. La Sala di Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze segnala il codice arancio per rischio idrogeologico e idraulico nel reticolo minore e idraulico nel reticolo principale, dal pomeriggio di venerdì 1 febbraio 2019 al pomeriggio del 2 febbraio, per la zona Bisenzio-Ombrone Pistoiese. Nelle stesse giornate sul resto del territorio metropolitano codice giallo per rischi idrogeologico e idraulico nel reticolo minore, idraulico nel reticolo principale e vento.

I rovesci copiosi di neve che fino a questa mattina avevano interessato tutto il territorio del Chianti fiorentino lasciano spazio alla pioggia. Lo stabilizzarsi dell’emergenza neve e in generale il miglioramento delle condizioni meteo nei territori dell'Unione Comunale, accompagnato dal graduale rialzo delle temperature, ha permesso di ripristinare la piena normalità sul fronte della viabilità, dei servizi scolastici e dell'apertura delle scuole. Strade libere e percorribili in gran parte del territorio chiantigiano grazie ai frequenti passaggi dei veicoli che le hanno continuamente spazzate e salate.

Domani, venerdì 1 febbraio, le scuole di ogni ordine e grado saranno aperte in tutti e tre i Comuni (Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti e San Casciano in Val di Pesa), compreso quello di Greve in Chianti il cui sindaco Paolo Sottani aveva emanato un’ordinanza per la giornata odierna che stabiliva la chiusura di tutti i plessi scolastici a causa delle precipitazioni di particolare intensità che si erano riversate nelle ore serali e notturne. Nel territorio di Barberino Tavarnelle resta chiusa anche per questa notte la strada provinciale che dal Morrocco scende verso la frazione di Sambuca Val di Pesa a causa del rischio ghiaccio che comunque durante la notte può costituire un pericolo in quel tratto di strada. Nei comuni di San Casciano e Barberino Tavarnelle è garantito il regolare funzionamento del trasporto scolastico. Unica nota divergente quella di Greve, territorio che risulta fra i più colpiti dell’area fiorentina, dove “il servizio di trasporto scolastico - fa sapere il sindaco Sottani - non è garantito nelle zone montane e collinari, tra cui Lamole, Lucolena, Poggio alla Croce, La Panca e Panzano”. Sono sospese le gite scolastiche. I mezzi spargisale e spalaneve sono entrati in azione tutto il giorno e continueranno ad intervenire nelle zone che presentano maggiori criticità. Seguiranno ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore, qualora la situazione della viabilità sulle strade del territorio subisse modifiche e variazioni. Considerato il pericolo di ghiaccio che permane nelle aree più elevate del territorio grevigiano, il consiglio è quello di prestare massima attenzione e prudenza alla guida e negli spostamenti a piedi.

 Piste, vette e boschi innevati: la Doganaccia è aperta tutti i giorni e la stagione invernale prosegue a pieno ritmo. Sabato sera le piste saranno aperte anche per lo sci in notturna, dalle ore 18 alle ore 21: la funivia resterà in funzione fino alle ore 21,30. Ecco il bollettino del weekend 2 e 3 febbraio:

  • Piste aperte: Campo scuola, 1, 2, 3, Raccordino, Direttissima e Faggio di Maria fino all’intermedia.
  • Impianti in funzione: Funivia Cutigliano-Doganaccia, skilift Campo scuola, Faggio di Maria, tapis roulant.
  • Altezza neve: 30-60 cm

Redazione Nove da Firenze