Rubrica — Mostre

"Come stelle", l'opera di Sumina Azzi esprime l'universo

Firenze: domani nello spazio-vetrina di LABA la giovane allieva indiana presenta al pubblico il suo olio su tela. Inaugurazione alle 15. Fino al 7 giugno


FIRENZE – Da giovedì 30 maggio a venerdì 7 giugno, Posted Project (lo spazio-vetrina del dipartimento di Arti Visive della Laba di Firenze) ospita il progetto “Come stelle” dell'allieva Sumina Azzi.

In mostra l'opera “Noi siamo stelle”, olio su tela che la giovane (nata in India, nel 1997) presenta al pubblico, nei locali di via Finlandia 10, a Firenze. “Come stelle” chiuderà il calendario dell'anno accademico per Posted Project.

“Si tratta di un lavoro pittorico, composto da due tele dipinte ad olio che dividono un universo, invece di raddoppiarlo - spiegano i docenti Fabio Cresci ed Eugenia Vanni, coordinatori di Posted Project -. Il cosmo di Sumina è fatto di cromatismi inventati e proprio per questo assomiglia, e si avvicina ancor di più, ad una visione comune: come se quel 'luogo' esistesse davvero, come se si trattasse effettivamente del centro della Via Lattea visto dalla Terra".

L'inaugurazione della mostra è in programma per giovedì 30 maggio alle 15: l'allestimento sarà visibile h 24 fino al termine previsto.

CHE COSA E’ “POSTED PROJECT”? - E’ uno spazio espositivo che assomiglia a una vetrina, adiacente all’aula di Arti Visive della Libera Accademia di Belle Arti di Firenze. La sua particolarità è quella di trovarsi su una linea di confine, tra i laboratori e il marciapiede esterno.

Può accogliere un solo progetto alla volta, selezionato dai docenti di riferimento tra le numerose opere degli studenti ancora inedite e realizzate all’interno dei laboratori dell’aula di pittura. I lavori vengono visionati, scelti e presentati al pubblico in forma di piccole mostre personali.

Per come è situato e per la sua morfologia, Posted Project simboleggia il passaggio tra ciò che è la vita in Accademia e un primo approccio con il pubblico - spiegano i docenti Fabio Cresci ed Eugenia Vanni-. La sua compenetrazione con l’aula a livello strutturale rende questo spazio unico nel suo genere: è come un luogo che esiste, sospeso tra una dimensione ancora educativa e protetta e una seconda dimensione, professionale e affacciata sul mondo”.

Il nome stesso - “Posted” - richiama alla mente il termine postare, specifico del mondo del web, proprio a indicare un pensiero immediato, quasi istintivo ma anche profondo e sensibile: l’idea stessa dell’opera appena nata, uscita dal laboratorio e dalla mente del giovane artista.

LABA, Libera Accademia di Belle Arti di Firenze, autorizzata dal Miur a rilasciare titoli equipollenti alla laurea (D.M. 358 del 30 maggio 2017), è attiva da oltre 15 anni e presenta corsi accademici strutturati, offrendo la possibilità di conseguire diplomi in cinque indirizzi: Fotografia, Graphic Design & Multimedia, Arti Visive-Pittura, Design e Fashion Design.

Ogni anno organizza seminari, workshop ed esperienze in aula con aziende nazionali e internazionali, per rafforzare sempre più il legame tra il mondo della formazione e quello del lavoro.

Redazione Nove da Firenze