Cig, in Toscana domande per 92mila lavoratori

L'assessore regionale Grieco: "Tutte le richieste pervenute ad oggi, che non necessitano di integrazioni o codifiche aggiuntive, sono state istruite ed inviate all'Inps"


(DIRE) Firenze, 8 mag. - In Toscana sono 36.142 le domande arrivate fino a ieri per accedere alla cassa integrazione in deroga. Le richieste riguardano complessivamente 91.905 lavoratori. È quanto fa sapere la Regione, in una nota. E in proposito, annuncia l'assessore al Lavoro, Cristina Grieco, "tutte le domande pervenute ad oggi, che non necessitano di integrazioni o codifiche aggiuntive, sono state istruite ed inviate all'Inps. Desidero ringraziare sentitamente gli uffici regionali e in particolare la direzione Lavoro per lo straordinario impegno profuso in queste settimane per evadere tutte le pratiche in tempi record". Grieco rivendica un merito per la Toscana: "Possiamo dire con orgoglio che siamo fra le primissime Regioni italiane ad aver completato il lavoro istruttorio e ad aver già invitato tutte le pratiche autorizzate all'Inps, che procederà al pagamento". Su base territoriale il maggior numero di domande (pari al 27% del totale) si concentra nella provincia di Firenze. Una densità di pratiche nettamente superiore a quanto registrato a Lucca (11,2%) e a Pisa (10,5%). "La componente femminile, alla luce dei dati che emergono, appare- sostiene l'assessore- maggiormente interessata da questo ammortizzatore. È un elemento sul quale dobbiamo riflettere". Anche per quanto riguarda il numero di lavoratori, Firenze e' in assoluto il territorio provinciale piu' interessato con il 28% del totale. Le domande provengono per il 30% da aziende dal settore del commercio all'ingrosso e al dettaglio, per circa il 27% dalle attività dei servizi di alloggio e dalla ristorazione, per l'11% dalle attività professionali. Il 53,7% delle domande, inoltre, riguardano operai il 38% impiegato e l'8% apprendisti. (Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze