Ciclismo: il 14 e 15 marzo una ciclostorica omaggio alla storica lastrense

La manifestazione sarà valida come prima prova del “Giro d’Italia d’epoca’. Oltre alla ciclostorica ci sarà un mercatino vintage, una "Pedalata in rosa" e una mostra fotografica sugli atleti deportati


Domenica 15 marzo le strade intorno a Firenze saranno il percorso di una nuova e suggestiva manifestazione ciclistica che nel nome vuole essere omaggio a un celebre gruppo sportivo degli anni '20: il G.S. LA LASTRENSE, nel quale hanno militato negli anni Franco Bitossi e Francesco Casagrande, punte di diamante del ciclismo lastrigiano. La “Ciclostorica La Lastrense" sarà una rievocazione del ciclismo come si faceva una volta che già da questa prima edizione ha l'ambizione di diventare appuntamento fisso della primavera di ogni anno. La manifestazione è valida come prima prova del ‘Giro d’Italia d’epoca’ e ha quindi valenza nazionale, ed avrà un percorso che si snoderà su un itinerario collinare particolarmente interessante dal punto di vista ciclistico su strade bianche, comunali e regionali asfaltate del territorio dei Comuni di Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Scandicci e Montespertoli, attraversando così anche località di altissimo interesse culturale, turistico e ambientale. La manifestazione, una libera escursione non competitiva organizzata dal Gruppo Sportivo GS TRE EMME ASD di Lastra a Signa con la collaborazione del Comune di Lastra a Signa e dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport sezione delle Signe Nesti-Pandolfini, è stata presentata questa mattina all’interno della sala consiliare del Comune di Lastra a Signa alla presenza del sindaco Angela Bagni, del vicesindaco e assessore allo sport Leonardo Cappellini, di Mauro Caverni del Gruppo Sportivo GS Tre Emme ASD di Lastra a Signa, di Paolo Allegretti delegato regionale dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport e di Ettore Biagini segretario generale Unione Nazionale Veterani dello Sport.

“Questa manifestazione – ha sottolineato il sindaco Angela Bagni- è un omaggio alla storia e all’identità della nostra comunità, dove il ciclismo è sempre stato protagonista. Dal G.S Lastrense sono passati grandi campioni e questa manifestazione è un omaggio a loro e a chi in questi anni ha portato avanti questo sport sul nostro territorio”.
“Appena l’associazione Tre Emme ci ha proposto questa idea – ha aggiunto il vicesindaco Leonardo Cappellini- l’abbiamo accolta subito come una grande occasione: per la possibilità di riscoprire la nostra tradizione ciclistica e per portare persone nuove a conoscere il territorio, le nostre colline, i prodotti locali quindi come una grande occasione di promozione turistica”.
“L’idea – ha sottolineato Mauro Caverni del G.S. TRE EMME A.S.D - nasce dalla passione per il ciclismo e per il ciclismo d’epoca: abbiamo quindi deciso, insieme al Comune di Lastra a Signa, di organizzare la manifestazione sul territorio anche per ricordare i grandi personaggi che hanno reso famoso il G.S. Lastrense. Grazie davvero a tutti coloro che hanno collaborato per rendere possibile questo evento”.
Domenica 15 marzo la partenza sarà alle 9.30 da dentro le mura del centro storico di Lastra a Signa con griglia unica e dietro auto a velocità controllata fino a via Delle Selve dove inizierà la pedalata libera. I ciclostorici potranno scegliere tra tre itinerari: uno lungo di 76 chilometri (dislivello 1.354), uno medio di 47 chilometri (dislivello 544) e uno corto di 36 chilometri (dislivello 350).
E’ previsto anche il transito all’interno di proprietà private aperte per l’occasione, come il Castello di Montegufoni, e da Villa Caruso Bellosguardo. Ma la ciclostorica vuole essere una festa per tutta Lastra a Signa e i territori limitrofi e quindi dal sabato alla domenica saranno allestiti in piazza Garibaldi vari stand e verranno organizzate iniziative e attività collaterali. I punti di ristoro con prodotti tipici toscani saranno disseminati in varie tappe del percorso così da rendere la ciclostorica anche “pedalata gourmet”.
Il ritrovo per tutti quindi, gli iscritti e i semplici appassionati, sarà per sabato mattina con l’apertura del mercatino vintage allestito per l’occasione. All’interno dell’Antico Spedale di Sant’Antonio saranno esposte maglie dei campioni locali e bici di proprietà dei noti collezionisti Gianfranco e Dorina Trevisan (presente con un suo stand). Ci sarà anche la bici appartenuta a Fausto Coppi con la quale partecipò e vinse la Cuneo-Pinerolo, tappa del Giro d’Italia del 1949 con una fuga solitaria di 192 chilometri, autentico cimelio del nostro passato ciclistico.
Sabato sera cena aperta a tutti previa prenotazione con contributo (massimo 200 persone, per prenotazioni 3314688481).
Nell’ambito della ciclostorica sabato 14 marzo si ci sarà una pedalata tutta al femminile con la “BICI ROSA con la UISP” da Lastra a Signa a Firenze - Parco delle Cascine lungo la via dei Renai con sosta alla piscina Le Pavoniere con un momento di premiazione e saluto a Kitty Braun e ritorno. L’iscrizione è gratuita ed aperta a donne di tutte le età ed è possibile partecipare con una qualsiasi bicicletta. Saranno utilizzate biciclette elettriche per apripista e chiusura della carovana a velocità controllata in continua assistenza ai partecipanti per l’intera manifestazione, come previsto da normativa U.I.S.P..
E’ previsto anche un giro guidato nel centro di Firenze per un gruppo di massimo 30 partecipanti che verranno selezionati dall’iscrizione alla ciclostorica La Lastrense e provenienti da altre città. Una buona occasione per visitare Firenze. Per i partecipanti al giro guidato in città è richiesto abbigliamento e bici d’epoca.
Nei due giorni della manifestazione sarà possibile visitare una mostra fotografica nazionale dal titolo “Campioni della Memoria”, visitabile anche nei giorni 7 e 8 marzo, allestita a cura dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport – Sezione Le Signe Nesti-Pandolfini in collaborazione con il Comune di Lastra a Signa e Aned, allestita presso l’Antico Spedale di Sant’Antonio per raccontare con degli scatti le storie di atleti deportati nei campi di concentramento nazisti durante la seconda guerra mondiale. Per il giorno 13 è previsto alle ore 10 uno spettacolo per i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Lastra a Signa aperto a tutti dal titolo “Oltre la vittoria – sport e sportivi nei campi di concentramento”.
La Lastrense è promossa con il patrocinio della Regione Toscana, della Città Metropolitana, Comune di Firenze e dei Comuni di Campi Bisenzio, Scandicci, Montespertoli, Montelupo Fiorentino, Signa e Lastra a Signa. Alla buona riuscita della manifestazione contribuiscono l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale, Associazione Gruppo Storico Vigili del Fuoco di Firenze, Associazione Nazionale Carabinieri, La Racchetta' Antincendi Boschivi, Motoclub Tartaruga, Acli Lastra a Signa, Associazione 'Ruote Storiche, Centro Commerciale Naturale 'Io sto con Lastra Shopping' e Uisp - Sport per tutti, ed è abbinata alla Coppa Toscana Vintage. Parte della quota di partecipazione sarà devoluta ad ‘Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e milieloma’ di Firenze.

Redazione Nove da Firenze