Candidato centrosinistra: resistenza su Giani, ipotesi primarie di coalizione

foto Agenzia Dire

Toscana 2020, ancora una fumata grigia dalla riunione odierna delle 18 formazioni che compongono il tavolo. Il nome prescelto dal Pd continua a non convincere tutte le forze politiche. Nel fine settimana assemblee decisive


(DIRE) Firenze, 12 dic. - Ancora non si sblocca lo stallo sul nome di Eugenio Giani candidato alla presidenza della Regione Toscana. La riunione di oggi delle 18 formazioni che compongono il tavolo della coalizione del centrosinistra non è bastata a sciogliere il nodo della candidatura a governatore per le elezioni della prossima primavera. Sul programma si registrano passi avanti, in base a quel che emerge da una nota congiunta, e nei prossimi giorni dovrebbe esserci la stesura definitiva del testo. Di contro, si legge, nel comunicato, "partiti e movimenti hanno ritenuto necessario qualche giorno di ulteriore approfondimento sulla candidatura a presidente, tenendo conto anche delle assemblee che alcune forze politiche terranno nel fine settimana". 

La soluzione unitaria, si apprende, "resta l'obiettivo principale, ma è contemporaneamente emersa la disponibilità anche ad effettuare, se necessario, primarie di coalizione". (Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze